Giochi PC

Steam è la migliore piattaforma per gli indie, secondo i creatori di Everspace

Il 2019, nel mondo del PC gaming, è stato segnato dall’arrivo di un nuovo grande concorrente di Steam: l’Epic Games Store. Il negozio digitale dei creatori di Fortnite non è stato molto amato dal pubblico, per usare un eufemismo, principalmente a causa dell’aggressiva politica di esclusività che ha “rubato” molti giochi alla piattaforma di Valve. Sono molti i titoli che hanno accettato di entrare a far parte della lista delle esclusive (per quanto temporali) di Epic: tra i molti sarebbe potuto esserci anche Everspace di Rockfish. Gli sviluppatori hanno però rifiutato, infine: perché?

Secondo quanto dichiarato dal CEO di Rockfish, Michael Shade, parte del motivo è legato al fatto che la community di Everspace ha chiesto di non farlo. “Se non lo vogliono, non lo vogliono, più di 100.000 persone hanno acquistato l’Accesso Anticipato di Everspace. Sarebbero furiosi con noi”. Il fastidio dei fan, però, non è stato l’unico motivo.

Per quanto Shade ammetta che “senza Epic, Rockfish ed Everspace non esisterebbero. Lo stesso sarebbe senza Steam. Senza di esso non esisteremmo.” Shade spiega che l’infrastruttura di Valve rende molto più semplice il lavoro di Accesso Anticipato. La possibilità di introdurre regolari aggiornamenti e gestire forum dedicati sono elementi fondamentali per lo sviluppo. “Valve ha la miglior piattaforma, attualmente, per pubblicare un gioco in qualità di sviluppatore indipendente. Ha i migliori strumenti e le migliori community. Questo è esattamente quello di cui abbiamo bisogno.

Questa affermazioni vanno in contrasto con quanto detto da altri sviluppatori che considerano l’algoritmo di Valve labirintico e la divisione dei guadagni dannosa per gli sviluppatori indie. Come sappiamo, infatti, mentre Valve richiede il 30%, Epic si ferma al 12%, il quale può anche calare tramite specifici contratti in esclusiva; consideriamo inoltre che, pubblicando su Epic, non si devono pagare costi aggiuntivi per l’utilizzo dell’Unreal Engine. A livello economico, quindi, si tratta di un’ottima scelta, ma non è l’unico fattore da tenere in considerazione, come Everspace ci ha insegnato.