Tom's Hardware Italia
Nintendo Switch

Super Mario Maker 2, anteprima sulla Modalità Storia

Abbiamo testato per una manciata di ore la nuova modalità storia di Super Mario Maker 2 che promette di offrire un'espereienza in pieno stile Mario.

Super Mario Maker 2 si è rivelato uno di quegli annunci completamente inaspettati. La politica perpetuata da Nintendo, nei primi due anni di vita di Switch, del voler riproporre i titoli first party usciti sulla precedente WiiU per potergli regalare una “seconda primavera”, ben si sarebbe sposata con il genere del peculiare editor creato dal colosso di Kyoto. Il seguito diretto di Super Mario Maker, però, non è da intendersi come un mero “more of the same” del capitolo precedente in quanto Nintendo ha preso gli elementi migliori del suo “Game Creator” e ci ha creato sopra un successore in grado di offrire un prodotto che abbracci sia gli utenti occasionali, in cerca di un platform dedicato a Mario, che la numerosa community di content creator che, dal 2015 a oggi, ha sfruttato l’ottimo editor di livelli per condividere le proprie creazioni.

In attesa di darvi il nostro giudizio, attraverso la nostra dettagliata recensione, vogliamo spendere qualche riga per descrivervi le nostre prime ore con la vera novità di Super Mario Maker 2: la Modalità Storia. Nintendo, infatti, per attrarre verso il suo Game Creator anche quei giocatori interessati solamente alla fruizione di un titolo “Mariesco” ha deciso di ampliare l’offerta del precedente capitolo, che ricordiamo si limitava nell’offrire brevi percorsi costellati da un numero di livelli definito scelti casualmente fra tutti quelli creati dall’utenza, e sviluppare una modalità storia con un arco narrativo ben definito, seppur fin troppo semplicistico, e una progressione graduale del livello di difficoltà. Il tutto inglobato in oltre cento livelli creati direttamente da Nintendo stessa utilizzando l’editor presente in Super Mario Maker 2.

Il canovaccio della modalità storia di Super Mario Maker 2 si erge sui classici elementi narrativi disimpegnati, e a tratti demenziali, che da oltre trent’anni accompagnano i fan dell’idraulico italiano. Con la Principessa Peach momentaneamente assente, Mario e una squadra di Toad carpentieri si sono adoperati a restaurare l’iconico castello riportandolo all’antico splendore. Le celebrazioni di fine lavori sono in corso quando Cancellino, che altri non è che uno degli strumenti animati presenti nell’editor dei livelli di Super Mario Maker 2, preme un enorme bottone “Razzo Cancellatutto” in preda all’euforia delle festività, con il conseguente risultato di distruggere completamente  il castello di Peach. Toccherà a Mario, e ai fidati Toad, ricostruire la principesca dimora trovando i soldi necessari per finanziare nuovamente i lavori. 

Questo demenziale canovaccio apre quindi le porte alla storia di Super Mario Maker 2 che si sviluppa attraverso una progressione apparentemente lineare che vedrà Mario impegnato nel superare dei livelli bidimensionali, qui rinominati semplicemente incarichi, per ottenere delle monete che serviranno per finanziare i lavori di ricostruzione del castello. La realizzazione di ogni sezione della dimora richiederà un prezzo in monete, che salirà parallelamente alla prosecuzione all’interno della storia, per far cominciare i lavori e necessiterà di un periodo di tempo definito, che molto banalmente sarà determinato da un numero di livelli da completare, per vedere i lavori ultimati. Toadette si adopererà a presentarci i progetti delle varie parti del castello disponibili di volta in volta, mentre Toad sarà il principale committente che ci proporrà una scelta di incarichi tra i quali scegliere. I livelli che ci verranno proposti dal tenero funghetto avranno livelli di difficoltà variabili e, ovviamente, una ricompensa congrua allo sforzo.

I livelli di Super Mario Maker 2 seguono la struttura bidimensionale che ha reso celebre la saga dell’idraulico italiano fin dai suoi albori, seppur variando in maniera interessante la formula base che, normalmente, ci vede andare dal punto A al punto B cercando di raccogliere quante più monete possibili. Alcuni degli scenari presenti nel titolo, infatti, offriranno degli obiettivi di completamento che andranno svolti necessariamente prima di poter raggiungere la fine del livello. Che si tratti di collezionare un numero definito di monete, di evitare il contatto con alcuni nemici, il ritrovamento di una chiave o l’eliminazione di un dato quantitativo di avversari, la varietà di obiettivi offerti si è rivelato un buon divertissement in grado di rinverdire la formula e far sopperire eventuali lacune in termini di level design, riuscendo a rendere accattivanti le nostre prime ore all’interno della modalità storia di Super Mario Maker 2.

Entrando nel merito del level design, durante le nostre prime ore con Super Mario Maker 2, abbiamo potuto assaporare tutte le potenzialità di un sapiente uso dell’editor interno poiché Nintendo ha sviluppato gli oltre cento livelli del titolo utilizzando solamente gli strumenti presenti all’interno della sua creatura. In questa nostra prima prova ci siamo ritrovati a cavalcare scarponi, risolvere semplici ma stimolanti enigmi ambientali o, semplicemente, saltare ed esplorare in lungo e in largo scenari che davano l’impressione di essere livelli mai rilasciati nelle loro storiche produzioni precedenti, proprio per la ricercatezza di alcune soluzioni di level design. Nulla da opinare sullo stile grafico che, grazie alla possibilità di attingere dai modelli delle varie ere di Mario, riesce sempre a variare sapientemente dalla ridondanza che si potrebbe riscontrare con l’utilizzo costante di alcune ambientazioni.

In conclusione possiamo dire che, seppur sia ancora presto per dare un giudizio sulla modalità storia di Super Mario Maker 2, ci troviamo di fronte a un’offerta che, seppur disimpegnata nelle atmosfere, riesce a divertire e promette una longevità davvero sostanziosa. Rimane da verificare se il livello di difficoltà offerto vada a incrementare sensibilmente durante la progressione. Una facilità troppo marcata potrebbe essere davvero l’unico elemento in grado di definire la piena riuscita di questa peculiare scelta di Nintendo per rendere il suo Game Creator un prodotto adatto a tutti i fan dell’idraulico italiano.

Super Mario Maker 2 si promette di essere un Must have per tutti i fan di Mario, non lasciatevelo scappare.