Telco

3 Italia sbanca grazie alle offerte all-inclusive iPhone 6 e Galaxy

3 Italia festeggia un 2014 da incorniciare. Nel settore telefonia mobile forse nessuno è riuscito a fare meglio. Per la prima volta ha superato il tetto dei 10 milioni clienti (a quota 10.040.000), confermando una crescita del 4% rispetto al 31 dicembre 2013, con una quota di mercato in aumento all’11,5%.

Mika e H3G

Sicuramente ha fatto da traino il successo dei piani "all-inclusive" con gli smartphone top di gamma. Ha registrato un saldo positivo in termini di attivazioni nette di circa 350.000, quando il migliore dei concorrenti ha invece registrato un saldo negativo di oltre 650.000 e il mercato ha perso più di 4 milioni di SIM. Anche sul fronte della portabilità ha sottratto circa 600.000 clienti alla concorrenza.

"Se 3 Italia conquista mercato quando tutti i concorrenti ne perdono, lo deve alla sua capacità innovativa, alla strategia del value-for-money, cioè la massima valorizzazione della spesa della clientela, alla leadership nel mondo dell’Internet mobile e ad una strategia commerciale aggressiva che ha premiato l’azienda e dato beneficio ai consumatori", ha dichiarato soddisfatto Vincenzo Novari, CEO di 3 Italia.

Buone notizie anche sul fronte finanziario dove i ricavi generati dai servizi mobili sono aumentati del 2%: si parla di 1,376 miliardi, quando il segmento tendenzialmente ha perso il 10%. Ormai 3 Italia può vantare il 50% della clientela a contratto (+2%), che contribuisce per il 74% alla formazione dei ricavi da servizi.

"Crescono a doppia cifra i clienti con smartphone (+18%), tablet (+18%) e router Wi-Fi (+42%), il traffico dati su rete 3 (+59%) e i ricavi da Internet-mobile (+24%)", prosegue la nota. "In particolare, nell’ultimo trimestre dell’anno, 3 Italia è stato l’operatore leader nelle acquisizioni con iPhone grazie alle offerte all-inclusive per iPhone 6 che hanno riscosso grande successo sul mercato".

Infine bisogna ricordare gli sforzi per migliorare la copertura della rete Internet veloce ormai disponibile al 97% della popolazione. Sul fronte 4G LTE si stima una copertura del 42% degli italiani (quasi raddoppiata rispetto a un anno fa) e mentre l'HSPA+ a 42 Mega a dicembre ha raggiunto l'88%.