Tom's Hardware Italia
e-Gov

Amazon sotto indagine antitrust UE: come usa le informazioni dei suo venditori partner?

L'Antitrust UE ha avviato un'indagine sull'attività di Amazon: come usa i dati riguardanti i venditori (seller) e come funziona la "Buy Box"?

La Commissione europea ha formalizzato l’avvio di un’indagine nei confronti di Amazon in relazione all’uso dei dati sensibili dei suoi rivenditori partner – ovvero i cosiddetti “seller” che si appoggiano alla piattaforma per vedere direttamente i prodotti. Si presume un possibile abuso di posizione dominante.

“I consumatori europei acquistano sempre più online: l’e-commerce ha incrementato la concorrenza al dettaglio e portato più scelta e prezzi migliori. Dobbiamo garantire che le grandi piattaforme online non eliminino questi benefici attraverso comportamento anticoncorrenziale“, ha commentato la commissaria Margrethe Vestager, responsabile della politica di concorrenza. “Ho quindi deciso di dare uno sguardo molto attento alle pratiche commerciali di Amazon e al suo duplice ruolo di marketplace e retailer, di valutare la sua conformità alle regole di concorrenza dell’UE”.

Amazon infatti veste un doppio ruolo: da una parte vende prodotti sul suo sito web come rivenditore e dall’altra fornisce un luogo in cui i venditori indipendenti possono vendere i prodotti direttamente ai consumatori.

Ogni attività dei “seller” viene costantemente monitorata in ogni dettaglio, e in base alle informazioni preliminari raccolte dalla Commissione sembra che il colosso statunitense utilizzi questi dati per stabilire la sua azione. Nell’ambito di un’indagine approfondita, la Commissione esaminerà per prima cosa se gli accordi standard tra venditori Amazon e marketplace, che consentono alla prima di analizzare e utilizzare i dati dei venditori di terze parti influiscano sulla concorrenza.

In secondo luogo sarà esaminato il cosiddetto “Buy Box”, che è il riquadro che consente ai clienti di acquistare con un click. La sua peculiarità è di non svelare subito il venditore (seller) e di inserire immediatamente la merce nel carrello. È un algoritmo di Amazon a decidere chi privilegiare fra i suoi venditori, ma come funzioni esattamente non è noto. Sì, vi sono guide e consigli, ma secondo la Commissione UE in questo ambito potrebbe nascondersi qualche abuso.

“Vincere la “Buy Box” sembra la chiave per i venditori sul mercato poiché la stragrande maggioranza delle transazioni avviene attraverso di essa”, scrive la Commissione.

L’azione della Vestager è di fatto l’ultima prima di lasciare l’incarico. La nuova presidente della Commissione UE Ursula von der Leyen, eletta ieri, dovrà infatti proporre di concerto con il Consiglio UE i nuovi candidati commissari (uno per ogni Stato membro) che saranno approvati tramite un voto del Parlamento UE.