Criptovalute

Coinbase triplica i ricavi nel Q1 2021 negli USA

Vi abbiamo raccontato come il Dipartimento della giustizia e l’IRL degli Stati Uniti abbiano posto sotto inchiesta la piattaforma di scambio di criptovalute Binance. Nel frattempo la popolazione della costa orientale degli USA sta affrontando la carenza di carburante provocata dall’attacco alla Colonial Pipeline, che si è concluso con il pagamento di un riscatto al gruppo DarkSide. Intanto, in un report, la piattaforma di scambio di criptovalute Coinbase ha svelato che i suoi guadagni nel primo trimestre del 2021 sono più che triplicati. Quali sono i motivi di questo successo?

Coinbase Global, Inc. è una società americana che gestisce una piattaforma di scambio di criptovalute. Coinbase opera in remoto e non ha una sede fisica ufficiale, è stata fondata nel 2012 da Brian Armstrong e Fred Ehrsam. Con l’acquisto della rivale Tagomi, da marzo è diventata la più grande piattaforma di scambio di criptovalute negli Stati Uniti per volume. Infine, dal 14 aprile 2021, Coinbase è quotata in borsa sul Nasdaq tramite una quotazione diretta. Perciò Coinbase ha presentato un ampio report inerente i ricavi del Q1 2021 alla Securities and Exchange Commission, l’agenzia indipendente del governo federale degli Stati Uniti che si preoccupa di proteggere gli investitori e il sistema bancario nazionale. Lo scopo principale della SEC è il rispetto della legge, per evitare manipolazione e speculazioni del mercato.

Coinbase riferisce di aver generato guadagni di 3,05$ per azione e entrate totali di 1,8 miliardi di dollari. Anche i profitti sono aumentati, raggiungendo la cifra di 771 milioni di dollari. Tuttavia la società conferma di non aver raggiunto l’obiettivo prefissato di 3,07$ per azione. Circa il 94% delle entrate nette trimestrali di Coinbase derivano dalle commissioni legate al trading di cryptoasset, una pratica che è stata fortemente criticata da alcune istituzioni economico-finanziarie – come nel caso del governatore della Bank of England e della FCA del Regno Unito. Il volume di trading sulla piattaforma è circa triplicato rispetto al Q4 2020, mentre gli utenti attivi di Coinbase sono più che raddoppiati: sono passati da 2,8 a 6,1 milioni.

Contatta dalla CNBC, la CFO di Coinbase Alesia Haas non si è sbilanciata sul futuro. La dirigente ha piuttosto sottolineato che “Gli investitori devono ricordare che la nostra attività è intrinsecamente imprevedibile”. Tuttavia, ha aggiunto: “Siamo lenti. […] Stiamo realizzando grandi investimenti per migliorare la velocità della nostra integrazione di asset”. Haas ha svelato che Coinbase desidera ampliare le tipologie di servizi finanziari offerti agli utenti: “Puntiamo a diventare la principale piattaforma finanziaria nell’economia delle criptovalute e a offrire ai nostri utenti tutti i tipi di transazione. […] Servizi che la gente conosce molto bene in un tipico sistema fiat”, altresì “carte di credito, prestiti, conti di deposito”. Infine Haas ha ricordato come i cripto asset potrebbero rendere possibili servizi inediti. “Credo che le criptovalute possano abilitare nuove transazioni, che oggi non possiamo neanche immaginare”.

Nonostante i risultati notevoli nel Q1 2021, le azioni di Coinbase hanno perso circa il 30% dalla prima quotazione diretta nell’aprile scorso. Mentre scriviamo la loro ultima quotazione oscilla tra i 282 e i 238 dollari. Significativo, però, è l’andamento storico del titolo che è caratterizzato da fortissime oscillazioni. Numerose testate, come CoinTelegraph, temono che l’elevata volatilità possa essere indecise di un eccessivo hype attorno all’ingresso nel Nasdaq di Coinbase: ciò potrebbe danneggiarne l’immagine e l’affidabilità nel medio termine.

Per effettuare operazioni con le criptovalute è necessario acquistare un wallet sicuro e affidabile. Su Amazon trovi un’ampia gamma di prodotti tra cui scegliere.