Streaming e Web Service

Disney+ sfida Netflix con il suo intero catalogo di classici (e non solo)

Disney+, la nuova piattaforma streaming video a pagamento del colosso californiano, offrirà il suo intero catalogo di film, inclusi i grandi classici che storicamente sono stati distribuiti con il contagocce.

L’AD di Disney Bob Iger, ieri durante il meeting annuale con gli azionisti, ha sganciato la bomba. Nessuna Major può vantare un asset di tale valore. Bisogna ricordare infatti che controlla non solo gli Studios omonimi ma può pescare potenzialmente anche nelle filiali Touchstone Pictures, Pixar, Marvel, Lucasfilm e 20th Century Fox.

Combinerà sia il vecchio che il nuovo. Tutti i film che distribuiremo quest’anno, a partire da Captain Marvel, saranno sulla piattaforma”, ha dichiarato il dirigente. Ovviamente l’offerta sarà ampliata nel tempo, ma la prospettiva è di offrire film, serie e contenuti televisivi. “A un certo punto, abbastanza presto dopo il lancio ospiteremo tutto il catalogo cinematografico Disney, quindi i film di cui si parla tradizionalmente come tenuti in un “caveau” e tirati fuori praticamente a distanza di anni saranno nel servizio”.

Sulle novità però Disney si dice cauta: tranne qualche eccezione sbarcheranno sulla piattaforma a distanza da un anno dalla programmazione nei cinema. L’altra sfida sarà quelle delle auto-produzioni di serie TV ad alto budget, stile Netflix e Amazon. Si parla di contenuti ispirati ai mondi Marvel e Star Wars. Uno dei primi progetti dovrebbe essere legato al prequel di “Rogue One” con protagonista Cassina Andor.

Walt Disney

La presentazione ufficiale di Disney+ dovrebbe avvenire ad aprile, mentre il lancio è previsto entro la fine del 2019. Inizialmente negli Stati Uniti e poi in prospettiva su altri mercati.

Previsti probabilmente cinque canali: Disney, Pixar, Star Wars, Marvel e National Geographic. Il prezzo dovrebbe essere inferiore a Netflix, stando alle ultime dichiarazioni di Iger, poiché di fatto il catalogo inizialmente sarà numericamente inferiore. Da ricordare poi che il contratto di fornitura siglato tra Disney e Netflix scadrà alla fine del 2019, quindi a partire dal 2020 molte produzioni saranno veicolate sulla nuova piattaforma. Fermo restando il fatto che i contenuti vietati ai minori di 17 non accompagnati da adulti saranno esclusi. Insomma scordatevi su Disney film stile Deadpool.