Ibride e Elettriche

BMW: iniziati i collaudi su strada del nuovo Suv a idrogeno

BMW ha ufficialmente iniziato i collaudi su strada della iHydrogen Next: Suv di nuova generazione alimentato a idrogeno. L’obiettivo del costruttore bavarese è quello di iniziare la produzione entro il 2022. Non si tratterà comunque di una grande linea in serie, quanto piuttosto un ridotto numero di esemplari per valutare anche l’impatto del mercato verso questo tipo di tecnologia.

La strategia di BMW verso una mobilità più sostenibile prosegue. Dopo gli ingenti investimenti per ampliare la famiglia i, ora da Monaco sembrano intenzionati a provare qualche sperimentazione anche sull’idrogeno. Al momento, la casa tedesca ha pubblicato solo una foto che mostra il prototipo in fase di collaudo. Come era logico aspettarsi, la maggior parte della carrozzeria è coperta da evidenti camuffature, che ne nascondono l’immagine definitiva.

Tuttavia, l’aspetto ricorda in modo molto chiaro la X5: BMW ha infatti sempre fatto riferimento a questo modello per sviluppare la sua prima vettura a idrogeno. A prima vista, le differenze coinvolgono solo il paraurti e alcuni profili aerodinamici. Si tratta comunque di un prototipo, ed è quindi altrettanto probabile che i dettagli finali permetteranno ai due veicoli di distinguersi ulteriormente.

La struttura propulsiva a idrogeno è frutto di una collaborazione tra BMW e Toyota. L’unità di potenza è composta da un modulo a celle di combustibile alimentato da due serbatoi da 6kg di capienza totale: all’interno l’idrogeno è stoccato a 700 bar. Grazie al processo di elettrolisi, l’elettricità prodotta va a cedere energia al motore che porta trazione. La potenza complessiva è di 374 Cv; nessun dato sull’autonomia prevista è stato ancora comunicato.