Auto

BMW M2 Turbomeister Edition, ecco come poteva essere la M2 CSL

Nonostante le numerose voci di corridoio che sono emerse nel corso degli ultimi anni relative ad una ipotetica M2 CSL, BMW non si è mai pronunciata a riguardo. La fine della produzione, dovuta ai limiti di emissioni di CO2 imposte dell’Europa, ha spento le ultime speranze dei numerosi appassionati e affezionati al marchio tedesco di vetture sportive.

Allo stato l’attuale al vertice dalla gamma M2 è presente solamente la coupé sportiva CS, Clubsport, più prestazionale di qualche lunghezza della versione base da 370 CV e della variante Competition da 410 CV. BMW M2 CS è una vettura studiata minuziosamente per l’utilizzo in pista con una ricetta che è la medesima delle versioni CS di M3 e M4: maggiori prestazioni, assetto migliorato e impianto frenante più incisivo. In aggiunta a queste modifiche, per la prima volta su una CS di nuova generazione, la casa di Monaco ha integrato un più apprezzabile cambio manuale.

L’animo pistaiolo di M2 CS sembra però non aver entusiasmato a sufficienza un appassionato tedesco, Marc Ruten, che ha deciso di apportare pesanti modifiche alla propria M2 F87, creando una variante ancora più potente. Progettata in stretta collaborazione con la casa bavarese, M2 CSL Turbomeister Edition è sostanzialmente una one-off modificata sia esternamente sia nel DNA.

Alimentata dal classico 3.0 biturbo 6 cilindri pesantemente elaborato per toccare 520 CV e 660 Nm di coppia, numeri superiori alle attuali BMW M3 e M4 Coupé, la vettura è in grado di bruciare lo scatto da 0 a 100 Km/h in meno di 4 secondi e superare i 280 Km/h di punta massima registrati dalla M2 CS. A cambiare non è solo la potenza del motore ma anche ulteriori e numerosi dettagli, come ad esempio l’assetto, il software della centralina che gestisce cambio e l’erogazione e, infine, il differenziale. In aggiunta, al fine di garantire un sound ancora più coinvolgente, il proprietario ha installato uno scarico Akrapovic.

Per rendere la sportiva ancora più vicina ad una vera e propria CSL Marc, in comune accordo con BMW, ha realizzato un’estetica simile alla BMW 2002 Hommage, un concept presentato nel 2016. Purtroppo la vettura resterà un semplice sogno per gli appassionati e difficilmente la vedremo in produzione, anche in tiratura limitata, nei prossimi mesi. La direzione intrapresa dal marchio è ormai chiara: presto vedremo vetture elettrificate appartenenti alla divisione sportiva M.