Auto

Come nasce una Porsche 911? Un documentario lo racconta

Poche supercar al mondo sono così iconiche e facilmente riconoscibili come la Porsche 911; un modello che da anni ha fatto innamorare moltissimi appassionati ed è stato protagonista di una serie interminabile di film. Ora, un video ricchissimo di informazioni e curiosità mette a nudo questo fantastico pezzo di storia giunto alla sua 11esima versione.

Il documentario firmato WELT Documentary (in inglese), che vi riportiamo in calce, e pubblicato sull’omonimo canale YouTube mette in risalto tutte le procedure necessarie per costruire la supercar per definizione del marchio di Stoccarda. Lo stabilimento non si occupa solamente della produzione della 911, ma anche della 718 Cayman e Boxter. In sostanza, lo stabilimento è dedicato alla produzione delle Porsche a due porte (con o senza tetto), con le due posti a motore centrale che avanzano a colpi di 2 metri al minuto. In totale, il numero massimo di auto prodotte al giorno è di 250 unità, con circa 3mila persone al lavoro.

Il filmato non si focalizza esclusivamente sull’ultima nata, la Porsche 992, ma racconta alcuni aneddoti legati al passato, come il nome originale che avrebbe dovuto essere 901 anziché quello che tutti conosciamo ad oggi. La ragione dietro a questo cambio nome sarebbe legata ad una diatriba con un famoso marchio francese, di cui però non vogliamo svelarvi il nome così da non fare uno spoiler eccessivo. Il lunghissimo (e dettagliato) video risalta anche alcune informazioni legate al mondo del restauro e in particolare alle Porsche d’epoca, nell’attesa che vengano revisionate dagli operai specializzati dello stabilimento.

L’attuale 992 sarà, con buona probabilità, l’ultimo modello completamente endotermico e si attende in futuro l’arrivo di una variante ibrida. Come molti altri produttori di supercar, è ampiamente prevedibile che Porsche decida di integrare una piccola unità ibrida così da non “snaturare” troppo le caratteristiche dell’iconica 911. La versione elettrica arriverà, solo non così presto.