Ibride e Elettriche

Incentivi auto terminati per la fascia 61-90 g/km di CO2

A differenza della Francia, la quale ha esteso i contributi per l’acquisto auto full hybrid, mild hybrid e per quelle tradizionali a basse emissioni sino al mese di luglio dell’anno prossimo, sembrerebbe che l’Italia abbia terminato gli incentivi auto destinati alle vetture con emissioni di CO2 comprese tra 61 e 90 g/km.

Esattamente l’11 settembre scorso, erano terminati i contributi che sarebbero serviti per la fascia compresa, invece, tra 91 e 110 g/km di CO2. Pochi giorni fa, si sono esauriti anche i 150 milioni di euro stanziati dal governo, nel mese di agosto.

Gli unici incentivi auto ancora disponibili, di circa 20 milioni di euro, fanno riferimento al cosiddetto superecobonus destinato alle vetture facenti parte della fascia 0-60 g/km, dunque auto elettriche e ibride plug-in. Per queste tipologie di auto, è a disposizione anche il rifinanziamento del vecchio ecobonus che sarà valido anche nel 2021, sino ad esaurimento fondi.

Entro il 31 dicembre 2020, anche in questo caso salvo esaurimento, possono usufruire del bonus tutti coloro i quali decidono di acquistare un’auto con prezzo di listino che non superi i 40.000 euro nella fascia 61-90 g/km e fino a 50.000 euro nella fascia 0 a 60 g/km. In entrambi i casi rientrano nel prezzo gli accessori, ma è esclusa IVA, IPT (Imposta Provinciale di Trascrizione) e messa su strada.

Senza alcun dubbio, l’emergenza sanitaria legata alla pandemia di coronavirus ha influito negativamente sul mercato auto e, l’esaurimento dei fondi stanziati dal governo in questo settore, potrebbe rappresentare un nuovo ostacolo. In Italia, gli unici finanziamenti disponibili riguardano le auto elettriche e alle ibride plug-in con emissioni che rientrano nei seguenti parametri: 0-20 g/km e 21-60 g/km di CO2.

Limite di emissioni Bonus con rottamazione di un veicolo con almeno 10 anni Bonus senza rottamazione Validità del bonus Limite di prezzo
0-20 g/km di CO2 (Elettriche) 10.000 Euro 6.000 Euro 1/8 – 31/12/2020 50.000 euro (IVA e messa in strada escluse)
21-60 g/km di CO2 (Ibride) 6.500 Euro 3.500 Euro 1/8 – 31/12/2020 50.000 euro (IVA e messa in strada escluse)
61-90 g/km di CO2 (Euro 6d-temp) 3.750 Euro 2.000 Euro 1/8 – 31/12/2020 40.000 euro (IVA e messa in strada escluse)
91-110 g/km di CO2 (Euro 6d) 3.500 Euro 1.750 Euro 1/8 – 31/12/2020 40.000 euro (IVA e messa in strada escluse)

Incentivi auto in Francia

Fortunatamente, alcuni Paesi europei – come ad esempio la Francia, poc’anzi citata – hanno provveduto ad estendere il finanziamento statale sino al 2021. Oltre ai 7.000 euro destinati all’acquisto di auto elettriche, se ne aggiungono altri 2.000 per le auto ibride plug-in. Si tratta di una strategia di mercato molto importate poiché è necessario fornire incentivi mirati ai veicoli accessibili ad un maggior numero di persone, quindi destinati all’acquisto di auto che non superino il prezzo di 25.000 euro.

Per “eliminare” le auto più inquinanti nel più breve tempo possibile, è necessario rimpiazzarle con auto full hybrid o mild hybrid ma è impensabile farlo con vetture molto costose. Concetto ben interpretato dalla Francia, che mette a disposizione un contributo sino a 5.000 euro da destinare all’acquisto di auto full hybrid e mild hybrid. In alternativa, si può acquistare una vettura tradizionale ma è indispensabile che rientri nei recenti standard per la riduzione delle emissioni. Nell’ultimo periodo il Governo francese ha dedicato notevoli sforzi al mercato delle auto, introducendo anche una super tassa da applicare ai veicoli di lusso caratterizzati da un peso superiore ai 1800 Kg.