Auto

Partono i nuovi incentivi auto, ma solo fino al 31 dicembre

Come indicavano le notizie circolate qualche settimana fa, il governo Draghi ha rifinanziato gli incentivi auto nel decreto Sostegni Bis. Nelle ultime ore, la misura di supporto al mercato automobilistico ha ricevuto l’approvazione del Senato e diventerà operativa nei prossimi giorni (dopo la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale).

L’intero provvedimento, neanche a dirlo, mira a convincere l’utenza nostrana a cambiare veicolo puntando su nuovi modelli più ecologici e meno inquinanti. Ci riuscirà? Difficile a dirsi anche perché sarà attivo solo fino al 31 dicembre e potrebbe esaurirsi prima se ci sarà, come previsto, un boom di immatricolazioni.

Complessivamente, sono stati stanziati ben 350 milioni di cui 260 diretti all’acquisto di un’auto nuova (con somma gioia dei concessionari) e solo 40 per il mercato dell’usato. Del resto tale settore è letteralmente affollato di occasioni rappresentando anche un problema sul lato ecologico (le auto usate, ovviamente, non sono le meno inquinanti). In generale, i criteri per ottenere un aiuto economico sono strettamente legati alle emissioni di CO2 da qualche anno diventate la priorità numero uno nel mercato automobilistico.

Ulteriori limitazioni all’usato arrivano dal fatto che il veicolo scelto dev’essere per forza Euro 6, quindi piuttosto recente, e non può superare i 25.000 Euro come valore di mercato. In pratica, possiamo scordarci lo sconto su quella fiammante Ford Focus RS vista in autosalone qualche giorno fa.

Oltretutto, per accedere agli sconti sull’usato dovremo rottamare un veicolo con almeno dieci anni di età, anche qui per togliere dalla strada le auto più vecchie e inquinanti. Inutile ricordare che chiunque avesse già usufruito dei bonus precedenti viene escluso dalle nuove agevolazioni.

Guardando ibride ed elettriche, a loro sono dedicati 60 milioni in aggiunta alle promozioni di ciascun concessionario. Ed essendo la categoria più “incentivata” quella con le minori emissioni, il taglio complessivo può raggiungere i 10.000 Euro. Considerato l’aumento degli sconti da parte dei produttori causa leggi europee, non sarà difficile trovare ottime offerte in questo campo.

Bonus complessivi per le auto nuove

0-20 g/Km: Fino a 10.000 Euro con rottamazione

0-20 g/Km: fino a 6.000 Euro senza rottamazione

21-60 g/Km: fino a 6.500 Euro con rottamazione

21-60 g/Km: fino a 3.500 Euro senza rottamazione

61-135 g/Km: fino a 3.500 Euro con rottamazione

Bonus complessivi per l’usato Euro 6

0-60 g/Km fino a 2.000 Euro con rottamazione

61-90 g/Km fino a 1.000 Euro con rottamazione

91-160 g/Km fino a 750 Euro con rottamazione