Tom's Hardware Italia
Auto

Porsche, 80milioni per la realtà aumentata sulle autovetture

Si chiama WayRay ed è una startup svizzera che si occupa di realtà aumentata in cui Porsche e Hyundai, insieme a JVC Kenwood, hanno investito ben 80 milioni di dollari per rivoluzionare il concetto di heads-up display e rendere la circolazione ancora più sicura. L'heads-up display, usato principalmente nel settore navale e aeronautico, ma presente anche […]

Si chiama WayRay ed è una startup svizzera che si occupa di realtà aumentata in cui Porsche e Hyundai, insieme a JVC Kenwood, hanno investito ben 80 milioni di dollari per rivoluzionare il concetto di heads-up display e rendere la circolazione ancora più sicura.

L'heads-up display, usato principalmente nel settore navale e aeronautico, ma presente anche in molte delle autovetture moderne, non è altro che una proiezione di alcuni dati, come la velocità e i dati di navigazione, sul parabrezza.

WayRay è in grado di far proiettore anche oggetti e ulteriori statistiche in tempo reale, e dal video pubblicato sul canale WayEay, assomiglia a quella che potrebbe essere l'interfaccia di un videogioco di corse automobilistiche.

porsche augmented reality windshield (1)

Il video mostra l'uso in pista, in cui vengono visualizzati la traiettoria ideale, i tempi parziali, la proiezione di un'auto che simboleggia il giro precedente e tanto altro.

Leggi anche: UE, controllo aereo con realtà aumentata

L'uso in strada, nella circolazione di tutti i giorni, potrebbe invece segnalare zone di traffico, eventuali ostacoli poco visibili presenti sulla carreggiata o addirittura parcheggi liberi. Le informazioni saranno poi visibili non solo dal guidatore, come avviene nei sistemi attuali, ma anche dai passeggeri.

porsche augmented reality windshield (2)La realtà aumentata sembra dunque offrire un ampio margine di lavoro, e potrebbe migliorare in maniera repentina le informazioni disponibili ma soprattutto la sicurezza. Già nel 2015 Hyundai aveva mostrato un sistema simile che permetteva di visualizzare gli oggetti presenti nell'angolo cieco. Apple ha addirittura brevettato un sistema in grado di proiettare le informazioni provenienti dal navigatore dell'iPhone sul parabrezza.