Auto

Tesla, forse in arrivo il tanto atteso aggiornamento per Model S

Tesla ha recentemente aggiornato la sua vettura best seller, la Model 3, introducendo la versione MY 2021 che prevede una serie di migliorie sia di carattere estetico sia funzionale. Ad esempio, la medio gamma prevede ora una autonomia estesa, un nuovo set di gruppi ottici anteriore e un lieve aggiornamento degli interni. L’imprenditore sudafricano con cittadinanza canadese naturalizzato statunitense prevede di raggiungere con questa variante volumi di vendita ancora superiori.

Il refresh atteso da molti clienti è però quello che interessa l’ammiraglia di Palo Alto, la Model S, il cui rilascio tarda ad arrivare; introdotta nel 2012, Model S ha subito alcuni aggiornamenti incrementali che ne hanno modernizzato il look senza però mai stravolgerlo. L’ultima modifica effettuata da Tesla su questo modello risale al lontano 2016, circa 4 anni fa.

Nel dimenticatoio per 4 anni

La casa californiana sarebbe già da tempo al lavoro per un completo rinnovamento estetico ed alcune voci di corridoio suggeriscono che potremmo assistere alla presentazione del nuovo modello nel corso del 2021; alcuni render non ufficiali sono comparsi online e la raffigurano con una sorta di design ibrido ispirato sia alla nuova Roadster, sia alla popolarissima Model 3.

Le vendite di Model S sono state fortemente colpite negli ultimi anni sia a causa dell’introduzione di Model 3 e Model Y, sia per la mancanza di aggiornamenti estetici che avrebbero spinto i clienti già in possesso di versioni precedenti ad effettuare l’upgrade. Seppur esteticamente non sia cambiata di recente, dal punto di vista tecnico Tesla non ha mai smesso di introdurre nuove funzioni anche tramite aggiornamenti software per renderla più prestazionale.

L’ammiraglia è stata messa in secondo piano fino ad ora per concentrare le attenzioni su Model 3 e Model Y, con l’obiettivo di ottimizzare i processi produttivi per poter soddisfare i grandi volumi di richiesta. Ora che la situazione è sotto controllo, è arrivato il momento per Elon Musk di rivolgere nuovamente le attenzioni verso Model S.

Rivoluzione tecnologica

Un primo passo in questa direzione è stato compiuto a settembre 2020 quando Musk ha presentato al mondo l’upgrade hardware più significativo degli ultimi anni: la Model S Plaid 2021.
Basata sulla tecnologia che spingerà la Roadster, sarà capace di oltre 800 km di autonomia e più di 1100 CV di potenza. Inoltre sarà la prima vettura del marchio americano ad introdurre il pacco batteria strutturale presentato al Tesla Battery Day.

Poche le informazioni ufficiali riguardanti il design, si presume che la variante Plad 2021 sarà la protagonista del rinnovamento estetico di tutta la serie. Model S ha rappresentato una vera e propria sfida per il team di sviluppo di Elon Musk, la prima vettura realizzata interamente da zero senza pertanto basarsi su design pre-esistenti come quelli adottati dalla Tesla Roadster, largamente ispirata a Lotus Elise.