Ibride e Elettriche

Tesla Model 3 domina le vendite di veicoli elettrici in Islanda

L’Islanda si è recentemente classificata al 10° posto tra i paesi che hanno registrato il maggior numero di preordini di Tesla Cybertruck. Inoltre, la nazione nordica ha anche visto un notevole aumento delle vendite di veicoli elettrici e, in particolar modo, della Tesla Model 3. Infatti, nel 2020 l’Islanda ha contato un aumento di vendite di auto elettriche plug-in pari al 44% su base annua, con Tesla Model 3 in testa al mercato con il 63% della quota di mercato dei plug-in.

Dunque, mentre il mercato automobilistico complessivo è in calo di circa il 25%, in Islanda la quota di mercato dei PEV nel 2020 arriva al 43% (24% BEV), facendo guadagnare al paese la seconda quota di mercato dei veicoli elettrici al mondo. Con questi numeri, l’Islanda ha quasi raddoppiato il suo punteggio rispetto al 2019.

I veicoli elettrici più venduti in Islanda includono, oltre alla già citata Tesla Model 3, anche Audi e-Tron e Nissan Leaf, seguiti subito dopo dalla Hyundai Kona EV. La Model 3, della quale sono state vendute 289 unità – in Islanda – a settembre e 749 sino ad ora, è il veicolo elettrico più venduto al mondo nell’ultimo periodo, anche se altri modelli e marchi iniziano a recuperare.

Le case automobilistiche che attualmente vendono un maggior numero di veicoli elettrici (sempre in Islanda) sono principalmente Tesla, Mitsubishi, Audi, Nissan, Hyundai, Volvo, Volkswagen e BMW. Infatti, tutti i veicoli dei marchi appena citati risultano essere tra i primi 10 più venduti nel paese. Subito dopo si posizionano Toyota e Kia, che hanno venduto rispettivamente 416 e 191 unità dei modelli PHEV di RAV4 Hybrid e Niro.

Tesla sta pensando ad un rinnovamento della Model 3, che include una pompa di calore, un nuovo volante e un nuovo display che andrebbero a migliorare le prestazioni dell’auto e, inoltre, non mancheranno alcune novità inerenti all’estetica. Nonostante possa sembrare una sorpresa, l’Islanda è molto concentrata come paese sulla sostenibilità e sulla crisi climatica, motivo per cui è probabilmente il principale contendente globale per la vendita dei veicoli elettrici.