Auto

Tesla Sentry: non c’è scampo per i malintenzionati

Le vetture del marchio americano Tesla sono tra le più tecnologiche presenti sul pianeta e, a questo proposito, non stupisce la recente introduzione della funzionalità “Sentry” che permette di azionare le telecamere, normalmente usate per l’avanzatissimo Autopilot, in modo da vigilare sul veicolo quando è parcheggiato.

Questa funzione è stata a lungo richiesta dai proprietari che, soprattutto nelle zone di Los Angeles e San Francisco, si sono ritrovati i finestrini rotti senza poter risalire ai colpevoli.
La funzione introdotta da Elon Musk permette di ovviare a questo problema, andando a memorizzare tutto ciò che accade attorno al veicolo, soprattutto in caso di effrazioni e movimenti nelle vicinanze.

Tesla Sentry: ancora non perfetta

Un limite della modalità Sentry era rappresentato dall’impossibilità di visionare i filmati comodamente dallo schermo integrato, infatti era necessario collegare la chiavetta USB ad un computer.

Recentemente Tesla ha introdotto la possibilità di visionare i filmati tramite l’infotainment interno dell’auto stessa, un enorme passo avanti in termini di comodità. Inoltre, il famoso hacker che opera sotto lo pseudonimo di “Green” da sempre interessato alle funzioni nascoste negli aggiornamenti della casa americana, ha rivelato di aver trovato alcune stringhe di codice indicanti una possibile nuova funzione di live-streaming della visuale delle telecamere ad un telefono connesso ed abilitato alla funzione.

L’app Tesla sarà sempre più importante

L’applicazione di Tesla rappresenta già oggi un tassello decisamente importante e affidabile per i possessori delle vetture del marchio. Sebbene al momento la feature non sia stata ancora confermata da fonti ufficiali, ricordiamo che tra le funzioni integrate nell’applicazione sono presenti le modalità “Summon“, in grado di muovere l’auto effettuando piccoli tap sullo schermo dello smartphone, e tutti i controlli dedicati alla gestione dell’abitacolo.

Un eventuale sistema di controllo e monitoraggio in live streaming potrebbe presto rappresentare una feature molto utile per gli apprensivi proprietari che, magari, hanno parcheggiato l’auto in un contesto a loro non conosciuto.

É certamente una soluzione creativa ed intelligente, specialmente visto il valore dell’auto e il sempre crescente numero di furti ed infrazioni che si registrano ai danni dei veicoli di fascia premium.