Ibride e Elettriche

Toyota e-Palette, ripristinato il servizio dopo l’incidente al villaggio olimpico

Tornano in servizio all’interno del villaggio olimpico i veicoli a guida autonoma e-Palette, navette senza conducente presentate per la prima volta al CES di Las Vegas del gennaio 2018. Ad annunciarlo è la stessa casa automobilistica Toyota.

Ricordiamo che e-Palette è il primo veicolo elettrico a batteria sviluppato dalla casa automobilistica giapponese per la mobilità “Autono-Maas”. Sono circa 12 le vetture messe a disposizione degli atleti e del personale in servizio di Tokyo 2020 effettuando corse a ciclo continuo all’interno dei villaggio Olimpico e di quello Paralimpico.

In seguito all’incidente accaduto il 26 agosto che aveva coinvolto un atleta ipovedente e portato la casa automobilistica a fermare le vetture, riprenderà normalmente il servizio dei veicoli autonomi del brand. Ribadiamo che il ripristino del servizio è stato reso possibile a seguito di una serie di misure che la casa automobilistica ha adottato al fine di migliorare la sicurezza degli e-Palette. I suoni di avviso di avvicinamento degli e-Palette saranno infatti più forti, mentre l’accelerazione e l’arresto del veicolo saranno gestiti manualmente e non automaticamente.

Il numero uno del marchio Akio Toyoda, dopo essersi scusato per l’accaduto ha mostrato alcuni dubbi relativi alla guida autonoma, ribadendo che i veicoli non sono ancora pronti per il mondo reale. 

L’incidente che ha coinvolto Aramitsu Kitazono, un judoka giapponese ipovedente, ha costretto l’atleta a ritirarsi dalla competizione. Kitazono stava difatti attraversando la strada da solo quando è stato colpito dal Toyota e-Palette ad una velocità di circa 1-2 km/h. Nonostante l’impatto non abbia avuto gravi conseguenze, l’atleta è stato portato al Centro medico del villaggio degli atleti per le cure. Toyota ha in seguito fatto sapere che sta collaborando nell’indagine della Polizia locale per determinare la causa dell’incidente e per garantire che non accada nuovamente.

Toyota e-Pallette realizzerà anche futuri servizi di mobilità in collaborazione con una serie di partner e pianificherà anche di utilizzare i veicoli a Woven city, città prototipo completamente connessa e alimentata a idrogeno.