Cinema e Serie TV

Hawkeye: anteprima della nuova serie del Marvel Cinematic Universe

La città sta volando, affrontiamo un esercito di robot e io ho un arco delle frecce. Nulla di tutto questo ha senso. Gli appassionati del Marvel Cinematic Universe si concederanno un sorrisino leggendo la frase precedente, presa da uno dei momenti più intensi di Avengers: Age of Ultron, consci che questa paradossale affermazione è probabilmente il miglior ritratto di Hawkeye, il Vendicatore interpretato da Jeremy Renner. In un universo fatto di uomini in armature hi-tech, semidei, soldati geneticamente potenziati e creature possenti, il povero Clint, assieme alla compianta Vedova Nera, era il più umano di tutti loro, un agente altamente addestrato ma che non poteva contare su incredibili poteri. Era questo aspetto che si sperava di vedere emergere in Hawkeye, nuova serie del Marvel Cinematic Universe in arrivo su Disney+ a partire dal prossimo 24 novembre.

Hawkeye, le origini - Jeremy Renner e Hailee Steinfeld

All’interno del pantheon supereroico marveliano sul grande schermo, Clint Barton è il più realistico dei Vendicatori. Capace di tenere il passo dei suoi compagni di avventura e al contempo di ritagliarsi uno spazio privato dove coltivare un’esistenza famigliare, Barton non è forse uno dei beniamini del grande pubblico, ma gli va riconosciuto di esser stato la bussola morale del gruppo nei momenti più tesi della formazione. Che si trattasse di dare la scossa a Wanda o di scegliere il giusto lato durante la lite interna vista in Captain America: Civil War, Clint non si è mai tirato indietro. Ma i tempi sono cambiati, dopo Avengers: Endgame, la vecchia guardia dei Vendicatori sembra essersi ritirata e una nuova generazione di eroi si sta facendo avanti, consentendo al buon Barton di godersi finalmente la sua famiglia. Ma sarà veramente così?

Dall’azione alla pensione

I primi due episodi di Hawkeye, che abbiamo visto in anteprima, prendono origine da questo interrogativo, ma si muovono in una direzione nuova, che nuovamente consolida la continuity del Marvel Cinematic Universe.

Hawkeye, le origini - Kate Bishop

Anno 2012. Durante la Battaglia di New York (Avengers), l’attacco dei Chitauri guidati da Loki devasta la Grande Mela, distruggendo palazzi e andando a impattare sull’esistenza di comuni cittadini. Come accade a Kate Bishop (Hailee Stenfield), che durante l’attacco alieno viene miracolosamente salvata proprio da Hawkeye, ma che perde il padre nella lotta tra gli Avengers e le truppe guidate da Loki. Convinta che la propria salvezza dipenda se stessi, Kate di allena in diverse discipline, come ginnastica, lotta e tiro con l’arco, ispirata proprio dal suo salvatore.

Anni dopo, Kate è diventata una giovane donna, dal carattere forte e irruento. Tornata a casa dopo una bravata al college, si ritrova a scoprire come il nuovo amore della madre sia invischiato in uno strano traffico illegale. Scoperta che la porta ad affrontare una banda di pericolosi criminali, che affronta inizialmente indossando un costume, fortuitamente trovato. Un travestimento che la trasforma in Ronin, identità segreta che la porta a incontrare il suo idolo: Clint Barton.

Il buon Clint, infatti, è in città con la famiglia per godersi le festività natalizie, ma quando vede in televisione che la sua precedente identità segreta, memoria di un periodo cupo visto in Avengers: Endgame, è tornata in vita non esita a mettersi alla ricerca di questo nuovo Ronin per scoprire quali siano i suoi piani.

Hawkeye, sin dalla sua sigla, valorizza con particolare enfasi il ruolo di Kate Bishop, che nella dimensione fumettistica marveliana è la Occhio di Falco della nuova generazione, ruolo che la ha portata a esser parte dei Giovani Vendicatori. All’interno dei comics sviluppa un particolare rapporto con il suo predecessore, una dinamica che speriamo di vedere, seppure modificata per aderenza alla continuity dell’MCU, anche nella nuova serie di Disney+. I primi due episodi sembrano indirizzarsi nella giusta direzione, mostrando una curata valorizzazione dell’aspetto emotivo dei protagonisti, non solo presentando il carattere vivace di Kate ma consegnandoci un Clint Barton magnificamente umano.

Hawkeye: una serie promettente

Le ferite della sua vita eroica passata, gli amici perduti e i rimpianti vengono portati su schermo da un Jeremy Renner impeccabile, capace di lasciar trasparire l’angoscia di un uomo tormentato per lasciare improvvisamente spazio al caldo sorriso di un padre che si gode la propria famiglia. Una contestualizzazione emotiva centrale in Hawkeye, che sembra voler dare finalmente anche a questo Vendicatore il giusto spazio, presentandone alcune fragilità finora poco valorizzate, come il suo handicap uditivo.

Hawkeye

Due episodi sono poco più di un assaggio, ma ci consentono di percepire le potenzialità di questa nuova serie. Il contesto urbano, una New York natalizia, è perfetto, fatto di sfolgoranti strade addobbate e di oscuri vicoli in cui la criminalità non si arresta mai. La Grande Mela torna a essere una protagonista viva e onnipresente di una produzione Marvel, come accaduto in passato per Avengers o gli urban heroes protagonisti delle serie Netflix, come Daredevil e Luke Cage. Hawkeye si discosta dal resto delle produzioni seriali Disney+ dedicate all’MCU, con una maggior autonomia rispetto alle potenziali evoluzioni future sul breve periodo, che consente di sfoggiare una verve narrativa spiccata, eco di una tradizione cinematografica che ricorda il primo Arma Letale, con il suo perfetto mix di ironia e azione.

A solleticare maggiormente la curiosità dei voraci lettori di comics sarà, ovviamente, la ricerca di un’affinità al contesto fumettistico del personaggio. Come oramai noto, l’ispirazione principale sarà la run di Fraction e Aya, e già in questi due primi episodi sono apparsi dei riferimenti evidenti, tra criminali dal ‘bro’ facile a irresistibili quadrupedi (si, Pizza Dog non poteva mancare!). Chi ha imparato a conoscere questo fenomenale arciere all’interno del Marvel Cinematic Universe, si troverà ad apprezzarne questo approfondimento emotivo, che grazie al confronto con la giovane Kate troverà modo di rivedere alcune dei propri lati oscuri.

Hawkeye

Dopo aver visto i primi due episodi di Hawkeye, non possiamo che essere ancor più curiosi e fiduciosi di quanto il duo Barton – Bishop possa deliziarci con la nuova serie di Disney+.

L’offerta di Disney+

Disney Plus logo small
Disney Plus logo small
Disney+ annuale Disney+ mensile
89,99€/anno 8,99€/mese
VEDI OFFERTA VEDI OFFERTA