Monitor

Luminosità e contrasto

Pagina 3: Luminosità e contrasto

Non calibrato – livello di retroilluminazione massimo

Abbiamo confrontato l’Acer X27 al ROG Swift PG27UQ di Asus, ma anche a un Dell UP2718Q con retroilluminazione full-array. A completare il gruppo di confronto abbiamo il Samsung C49HG90, un LG 34WK650 e il BenQ EX3501R. Gli ultimi tre offrono retroilluminazione edge e un pannello VA che assicura maggiore contrasto.

L’X27 vanta una luminosità di picco di 600 nits in modalità SDR, raggiungibile solo con retroilluminazione variabile attiva sul 10% delle contenuto.

Nel test a pieno campo abbiamo registrato 508,8 nits con retroilluminazione variabile disattivata e 488,2 nits con l’opzione attiva. Non c’è molta differenza, ed è una luminosità più che sufficiente per i contenuti SDR.

Il vero beneficio di attivare la retroilluminazione variabile riguarda i livelli di nero profondi. Abbiamo registrato 0,0195 nits, che è un valore davvero basso, come un plasma o un OLED. Questo porta ad avere un rapporto di contrasto di 25.000:1, che è tra i più alti mai registrati per un pannello LCD. Spegnere la retroilluminazione variabile riduce il rapporto di contrasto nativo dell’X27 a 985:1, nella norma per pannello IPS.

Dopo la calibrazione a 200 nits

Abbiamo registrato i numeri calibrati con retroilluminazione variabile spenta per ottenere tracciati della gamma corretti. Ovviamente, il pannello VA è davanti a tutti in questo caso con neri più profondi e una gamma dinamica più ampia. Il grafico mostra però solo la prestazione nativa del pannello. Una volta calibrato l’X27, vi consigliamo di lasciare la retroilluminazione variabile attiva per tutti i contenuti. Migliora la profondità e la dimensione di qualsiasi cosa sulla scrivania di Windows, ma anche film e giochi preferiti.

Il test ANSI è stato un po’ rovinato dalla scarsa uniformità del campo nero del nostro sample. Abbiamo notato punti caldi visibili negli angoli, che pesano sul test di contrasto intra-immagine. Disattivando l’opzione di retroilluminazione variabile vediamo le prestazioni native del pannello. Accenderla migliora il punteggio ANSI portandolo a circa 1.200:1. In definitiva, la funzione si comporta differentemente a seconda di ciò che stai visualizzando. Non abbiamo trovato un motivo per spegnerlo.