Tom's Hardware Italia
CPU

AMD: successo finanziario grazie a Ryzen e criptovalute

Il successo di Ryzen e il momento particolare nel mondo delle schede grafiche hanno portato in casa AMD un discreto successo finanziario. Le previsioni per il futuro sono moderatamente positive ma ci sono molte variabili in gioco.

AMD ha ottenuti buoni risultati finanziari nel primo trimestre fiscale 2017, superando le previsioni degli analisti. Un successo discreto ma non spettacolare, dovuto ai processori AMD Ryzen e al mining delle criptovalute, che ha mandato alle stelle i prezzi e la richiesta di schede grafiche – come ben sanno purtroppo anche quelli che vogliono solo giocare.

Guardando al guadagno per azione (EPS) AMD ha perso 2 centesimi per azione, ma è riuscita a riconciliare tale perdita con i profitti non-GAAP (cioè non calcolati secondo principi di contabilità generalmente accettati). Guardando al quadro più grande, resta comunque la tendenza positiva cominciata nei primi mesi del 2016. L'otto gennaio di quell'anno un'azione valeva 2,14 dollari, oggi quasi sette volte tanto.

amd 10 years
Azioni AMD negli ultimi 10 anni (Google)

Non sappiamo invece in che proporzione CPU e GPU hanno contribuito al fatturato, perché AMD non fornisce questo dettaglio. Sappiamo però che queste due voci insieme hanno generato un fatturato pari a 659 milioni di dollari, il 51% in più rispetto a un anno fa. Interessante il capitolo riguardante i fornitori: AMD non ha messo in conto alcuna penalità verso Global Foundries, il che lascia intendere che l'azienda produce tutto tramite questo fornitore e non deve rivolgersi a TSMC o altri.

Lo scenario è in generale positivo non solo per il risultato ottenuto ma anche e soprattutto per le prospettive. Si prevede infatti che Threadripper (desktop) ed EPYC (server) porteranno in casa AMD nuovi e sostanziosi profitti – a meno che Intel non trovi il modo di scombussolare le previsioni, una possibilità che non si può certo escludere. Sarà molto difficile per Intel, in ogni caso, essere competitiva con AMD in termini di prezzo.

Sempre guardando al futuro ci sono alcuni dubbi sui risultati della RX Vega. La scheda sarà presentata tra qualche giorno e le prime indiscrezioni indicano prestazioni adeguate. AMD però ha investito molto su questo prodotto e qualcuno dubita sul fatto che riuscirà a essere competitiva con Nvidia in termini di prezzo. Speriamo tutti che arriverà una scheda ad alte prestazioni e basso prezzo.

4206551 14863684471837628 origin

Nei prossimi mesi, inoltre, è senz'altro possibile che la richiesta di schede video per il mining torni a livelli (molto) più bassi di quelli che sono oggi. E con questo se ne andrà anche una buona parte dei profitti di AMD e Nvidia. In generale comunque le previsioni a breve e medio termine per le finanze di AMD sono moderatamente positive. Il tempo ci dirà se l'azienda saprà capitalizzare questo momento per stimolare un nuovo periodo di crescita oppure no.

AMD ha registrato un margine operativo pari a 7 milioni di dollari, rispetto a una perdita operativa di 8 milioni registrata nel Q2 2016. È aumentato il prezzo medio di vendita tanto in ambito GPU quanto in quello CPU. È calato invece il profitto operativo (da 84 a 42 milioni di dollari) "soprattutto per i fatturati più bassi e i maggiori investimenti in R&D).


Tom's Consiglia

I nuovi processori AMD ti hanno finalmente convinto? Puoi avere Ryzen 5 1600 per 200 euro circa