Storage

Risultati: costanza prestazionale

Pagina 6: Risultati: costanza prestazionale

Risultati: costanza prestazionale

Nei seguenti test abbiamo sottoposto gli SSD enterprise a 25 ore di scritture casuali 4 KB continue. Abbiamo registrato le IOPS ogni secondo, il che ci ha dato 90.000 punti dati. Ci siamo concentrati sugli ultimi 60 minuti per visualizzare meglio i risultati.

L'SSD DC P3700 da 800 GB raggiunge numeri impressionanti durante i test sulla costanza prestazionale. È vero che il Micron P420m raggiunge tempi di risposta inferiori con la maggioranza delle sue scritture, ma i valori anomali sono sufficienti per abbattere le prestazioni complessive.

Forse vi starete chiedendo come il nuovo drive di Intel raggiunga tempi di risposta così bassi, dato che vi abbiamo mostrato che è più lento della concorrenza di Micron. I nostri test sono effettuati con una queue depth conservativa di 32, dove l'SSD DC P3700 da 800 GB dice la sua – anche se è meno costoso e ha una capacità inferiore.

Abbiamo ricevuto la versione da 1,6 TB nel corso della prova, quindi abbiamo solamente i dati del modello da 800 GB. Indipendentemente da ciò, però, la costanza è eccellente, e il modello più piccolo batte facilmente il P420m e l'SSD 910. Semplicemente non può raggiungere il Micron P320h, che beneficia di una costosa memoria a bassa latenza di tipo SLC.

Volevamo dare uno sguardo a come la costanza cambia nel corso delle queue depth. Come potete vedere c'è un cambiamento davvero ridotto nel passare da una profodità della coda di quattro a 32 e a 256. È particolarmente impressionante che l'SSD DC P3700 si comporti così bene con basse impostazioni della queue depth. Potete aspettarvi si comporti ugualmente bene in ambienti server o workstation.

Come affermato, l'SSD DC P3700 è supportato da un driver nativo in Windows Server 2012 R2 e dal software proprietario di Intel. Volevamo testare le differenze prestazionali tra i due.

Anche se i modelli risultanti appaiono alquanto distinti, la deviazione standard e la costanza generale rimangono quasi identiche. Non abbiamo fatto tutti i nostri test con entrambi i driver, ma invece abbiamo scelto di focalizzarci sui più faticosi. In un paio di pagine vi offriremo più dati comparativi.

Normalmente non includiamo le prestazioni del prodotto appena tolto dalla scatola perché l'hardware enterprise spende la maggior parte del tempo in stato di equilibrio, ma abbiamo dovuto farlo. Da nuovo l'Intel SSD DC P3700 supera le 400.000 IOPS in scrittura per quasi 10 minuti e non entra in stato di equilibrio per altre due ore. Infatti, il drive ha lottato aggressivamente con i nostri sforzi per mantenerlo in stato di equilibrio.

Farlo entrare in pausa per alcuni secondi era tutto ciò che serviva per portare le prestazioni a 300.000 IOPS per brevi momenti. Infine, abbiamo messo in classifica la distribuzione dei tempi di risposta in stato di equilibrio. L'SSD DC P3700 ci dà una bella curva a campana senza valori anomali. Questo è il tipo di costanza che ci si aspetta da Intel, e l'SSD DC P3700 la offre.