Storage

Micron acquista Tidal Systems per farsi i controller degli SSD in casa

Micron Technology ha acquisito Tidal Systems per una somma non nota. L'operazione permette all'azienda statunitense che produce memoria NAND Flash e DRAM di dotarsi della tecnologia necessaria per realizzare controller dedicati agli SSD.

Finora Micron è stata costretta ad affidarsi ad altre aziende, come Marvell e JMicron, per ottenere i controller per i propri prodotti. In futuro la situazione potrebbe cambiare.

micron p420m pcie 25inch

Con questa operazione Micron non ha solo ottenuto dei controller NAND Flash avanzati (uno PCIe/NVMe e uno SATA 6 Gbps), ma anche un team di persone di talento. Tidal Systems è infatti una startup che è stata fondata nel 2014 da Mike Lee e Cody Wu.

Il primo ha fatto parte di Link_A_Media Devices (LAMD), azienda ora nelle mani di SK Hynix. Per quanto riguarda Cody Wu abbiamo a che fare con un veterano dell'industria, ex di SandForce. 

Con questa acquisizione Micron punta quindi a competere in modo più efficace con Samsung, al top del mercato grazie a prodotti realizzati totalmente in casa (controller, NAND, DRAM) che le consentono di mettere a punto una migliore economia di scala.

Con Tidal Micron ottiene le stesse capacità, guadagnando una maggiore rapidità nel portare nuovi prodotti sul mercato e un controllo superiore per quanto riguarda la messa a punto del firmware e di altri aspetti. Tra le caratteristiche chiave dei controller di Tidal troviamo la tecnologia Low Density Parity Check (LDPC), considerata tra le più promettenti per correggere i "retention errors" che si verificano nella memoria NAND flash.

Con la miniaturizzazione e l'aggiunta di più bit per cella (3 bit nel caso della TLC e quattro nel caso della QLC), questi errori diventano più rilevanti e i produttori di SSD hanno bisogno di tecnologie di correzione avanzate per assicurare la stabilità e l'affidabilità dei propri prodotti.

Crucial BX100 da 250 GB Crucial BX100 da 250 GB