Schede Grafiche

Prestazioni senza Ray Tracing

Pagina 3: Prestazioni senza Ray Tracing

Test senza Ray Tracing

Metro Exodus

Con RTX e DLSS disattivati la nuova RTX 3080 offre ottime prestazioni in Metro Exodus, raggiungendo i 68,6 FPS. Anche il miglioramento rispetto alla RTX 2080 rimane importante, con la scheda che fa segnare un +61%.

Battlefield V

Discorso simile per quanto riguarda Battlefield V, dove disattivare Ray Tracing e DLSS allegerisce la scheda e le permette di superare i 100 FPS, sfiorando i 110 FPS e migliorando del 55% le performance della RTX 2080.

Control

In Control invece vediamo succedere l’opposto: nonostante la pesantezza del Ray Tracing, il DLSS 2.0 alleggerisce di molto il carico sulla scheda video, al punto che disattivarlo fa calare il framerate, che qui si attesta sui 53,3 FPS. Un risultato comunque ottimo se consideriamo che è l’82% superiore a quello della RTX 2080.

Deliver us the Moon

Come ci aspettavamo, in Deliver us the Moon disattivare il DLSS ha un impatto negativo sulle prestazioni, con il framerate che scende fino a 90,3 FPS. Si tratta comunque di un valore decisamente buono, che vi permetterà di giocare in 4K senza alcuna difficoltà.

Mechwarrior 5 Mercenaries

Per Mechwarrior 5 Mercenaries vale lo stesso discorso fatto per il titolo precedente: l’assenza del DLSS si sente, ma i 97,6 FPS generati dalla RTX 3080 vi garantiranno comunque un’ottima fluidità e giocabilità.

Shadow of the Tomb Raider

In Shadow of the Tomb Raider ritroviamo quanto visto in Metro Exodus e Battlefield V, con la RTX 3080 che riesce a offrire un framerate più alto rispetto a quello con RTX e DLSS attivi. I 79,3 FPS registrati (il 77% in più rispetto alla RTX 2080) vi permettono di giocare in 4K senza problemi.

Wolfenstein Youngblood

Senza Ray Tracing e DLSS la RTX 3080 tocca i 150 FPS medi in Wolfenstein Youngblood, migliorando il risultato della RTX 2080 del 63% e quello della RTX 2080 Ti del 30%.

Death Stranding

In Death Stranding vediamo un incremento decisamente impressionante: con i suoi 113,8 FPS la RTX 3080 fa segnare un +92% sulla RTX 2080, che si ferma appena sotto la soglia dei 60 FPS, facendone segnare 59,2.

F1 2020

Come visto su altri titoli, anche in F1 2020 disabilitare il DLSS ha un impatto negativo sulle performance, ma la scheda permette comunque di giocare a un framerate elevato senza difficoltà: nel benchmark la RTX 3080 ha infatti raggiunto i 122,1 FPS, il 63% in più della RTX 2080.

Doom Eternal

Doom Eternal è un titolo decisamente frenetico, dove giocare ad alti FPS offre un’esperienza sicuramente migliore. La RTX 3080 raggiunge i 152,4 FPS, un risultato che vi permetterà di sfruttare al massimo il vostro monitor 144Hz.

Horizon Zero Dawn

Buone notizie anche per tutti coloro che desideravano giocare a Horizon Zero Dawn su PC: la RTX 3080 raggiunge i 73 FPS medi e permette quindi di giocare a risoluzione 4K con il massimo dettaglio grafico a 60 FPS, garantendo un’esperienza finora non ottenibile nemmeno con una RTX 2080 Ti.

Microsoft Flight Simulator

Microsoft Flight Simulator si conferma il Crysis di questa nuova generazione: la RTX 3080 migliora il risultato della RTX 2080 del 61%, ma si ferma a 41,2 FPS, un framerate ancora lontano dai 60 FPS tanto amati dai videogiocatori PC.

Forza Horizon 4

Forza Horizon 4 è un titolo arcade e molto veloce, che di conseguenza beneficia di un framerate elevato. A risoluzione 4K la RTX 3080 raggiunge i 141,6 FPS, migliorando del 54% il risultato della RTX 2080 e assicurandovi la possibilità di sfruttare il vostro monitor ad alto refresh rate senza problemi.

Fortnite

Disattivando il Ray Tracing e il DLSS Fortnite diventa molto meno pesante da gestire, ma rimane un titolo tutt’altro che leggero. Con il massimo dettaglio grafico la RTX 3080 raggiunge gli 89,2 FPS medi, migliorando il risultato ottenuto dalla RTX 2080 del 69%.

RTX 3080 vs RTX 2080 – Differenza percentuale

Anche in questo caso, dopo i singoli benchmark vi lasciamo un grafico con l’incremento percentuale offerto dalla RTX 3080 sulla alla RTX 2080. Facendo una media, otteniamo nuovamente un aumento di prestazioni del 66% rispetto alla vecchia generazione.