CPU

Dissipazione estrema: 1600 KW per metro quadrato!

Pagina 3: Dissipazione estrema: 1600 KW per metro quadrato!


Dissipazione del calore estrema: 1600 KW per metro quadrato

Niente produce più calore per metro quadrato di un moderno processore. Non c’è nulla nella vita di tutti i giorni con cui si possa confrontare. Nel caso del nostro Intel Pentium 4 (la versione 3.2 GHz), la cui superficie è di 112 millimetri quadrati, la dissipazione termica raggiunge al massimo 84 watt. Per un semplice confronto, se la superficie del die fosse di un metro quadrato, la dissipazione termica sarebbe di 840,000. Un normale ferro da stiro raggiunge al massimo i 2000 watt su una superficie di circa 200 centimetri quadrati, quindi non più di 10 watt per centimetro quadrato. Il nostro processore P4 3.2 GHz scalda circa otto volte di più.

La dissipazione termica aumenta esponenzialmente durante l’overclocking estremo. Nel passato abbiamo raggiunto un valore approssimativo di 135 watt, durante l’utilizzo di un compressore Chip-con e CPU alla frequenza di 4.1 GHz. Utilizzando il nostro raffreddamento ad azoto potevamo rompere la barriera dei 5 GHz, raggiungendo una dissipazione termica di 180 watt. Da questo punto di vista risulta chiaro quanto sia importante un efficiente metodo di raffreddamento, molto di più rispetto ai nostri precedenti esperimenti.

Video 11 : 5.25 GHz con un P4

The new THG video number 11: Cooling a Pentium 4 with liquid nitrogen and attaining a clock rate of 5.25 GHz


Il nuovo video numero 11 di THG: raffreddamento di un Pentium 4 con azoto liquido per raggiungere una frequenza di 5.25 GHz.

Il nostro nuovo video numero 11 mostra come, aggiustando il FSB, la frequenza del Pentium 4 è gradualmente salita fino a raggiungere il valore record di 5,255 MHz. Per tutto l’esperimento, il sistema è stato raffreddato con azoto liquido.