Tom's Hardware Italia
Raffreddamento

Recensione Corsair H115i RGB Platinum, un tripudio di led RGB

Pagina 1: Recensione Corsair H115i RGB Platinum, un tripudio di led RGB
Corsair ha riempito di RGB il suo dissipatore a liquido da 280 millimetri, dando vita al Corsair H115i RGB Platinum. Bello è bello, ma le prestazioni...

Corsair ha recentemente annunciato la nuova serie di all in one Platinum, inaugurata con i modelli H100i RGB (240 mm) e H115i RGB (280 mm). L’H115i è stato dotato di due ventole da 140 mm e riempito di RGB, sia sulle ventole che sulla pompa. Rispetto all’H100i ha un radiatore più grande, e un radiatore più grande dovrebbe riflettersi in prestazioni migliori, giusto?

In teoria, sì. In pratica però Corsair si è concentrata fin troppo sulla personalizzazione degli RGB e degli effetti di luce, trascurando l’aspetto prestazionale. Il risultato è che questo H115i RGB Platinum, pur avendo un radiatore il 27% più grande, regge a fatica il confronto con gli altri AIO da 240 mm in commercio, compresi quelli di Corsair stessa.

Corsair strizza l’occhio alla maggior parte dell’utenza grazie al supporto a tutti i processori attualmente in commercio, sia di Intel che di AMD, inclusi i vari Threadripper. Tecnicamente, la pompa di questo H115i RGB Platinum sarebbe PWM, ma è possibile controllarne la velocità attraverso il connettore da micro-USB a 9-pin da collegare alla scheda madre. E no, non esiste un adattatore per collegarlo ad una classica USB tipo A.

Per il resto, ci troviamo di fronte al classico kit di montaggio di tutti i raffreddamenti AIO. Il dissipatore è dotato di un sistema di installazione a scatto al posto delle solite viti.

Dimensioni 322 x 140 x 25,1-57,9 mm
Altezza pompa 37.08 mm
Controllo velocità Software, BIOS
Ventole 2x 140 x 25 mm
Connettori 1x SATA
2x 4-pin PWM
2x 4-pin RGB
1x micro-USB
Peso 2372 g
Socket Intel 2066, 2011x
Socket AMD AM2(+), AM3(+) AM4, FM1, FM2(+), TR4
Garanzia 5 anni

La base di questo H115i RGB Platinum presenta un francobollo di pasta termica pre-applicato sulla piastra di contatto in rame. Sul lato, è visibile il punto di raccordo tra la base e il sistema di montaggio, che si installa facendo scivolare le due metà nelle rispettive guide per poi agganciarle. Come al solito, i raccordi dei tubi sono ruotati di 90 gradi in modo da facilitare leggermente l’installazione del dissipatore e il posizionamento dei tubi stessi.

Un radiatore da 280 mm necessità di essere raffreddato adeguatamente per raggiungere delle buone prestazioni. Corsair affida il compito a due ventole ML140 PRO RGB LED. L’illuminazione è controllabile via software collegando il connettore 4-pin, tuttavia questo risulta essere proprietario e non in grado di interconnettersi con i classici connettori RGB 4-pin presenti sulle schede madre e su altri AIO. Sembra proprio che Corsair voglia costringere gli utenti ad usare solamente il proprio ecosistema per gestire illuminazione e ventole.

Installare l’H115i RGB Platinum è abbastanza semplice se il vostro case supporta un radiatore 2×140 mm. Un piccolo cavo RGB permette l’illuminazione di ventole e alloggiamento della pompa, fornendo anche i controlli PWM tramite l’uso di uno splitter a 2 vie. Le ventole possono essere controllate sia dagli header della scheda madre sia tramite un controller.

Il software Corsair iCUE controlla l’illuminazione RGB, la velocità delle ventole, gli RPM della pompa, gli aggiornamenti del firmware e la personalizzazione di periferiche ed accessori. Abbiamo usato il programma per aggiornare il firmware del nostro H115i RGB Platinum non appena questo ha riconosciuto il nostro AIO. Con l’aggiornamento Corsair ha modificato il profilo Extreme (quello che abbiamo usato durante i test), aumentando leggermente gli RPM della pompa.