Schede Grafiche

Test AMD Radeon RX 570 4GB

Pagina 1: Test AMD Radeon RX 570 4GB

La Radeon RX 570 è una versione aggiornata della RX 470. È basata sulla stessa GPU Ellesmere e ne condivide le specifiche tecniche, più precisamente 2048 stream processor e 128 unità texture. Le due schede hanno anche 32 ROPs e 4 GB di memoria GDDR5. Con questa scheda, come la precedente, AMD si rivolge a un pubblico che vuole giocare in Full HD.

rx570

La differenza fondamentale tra i due prodotti riguarda le frequenze di GPU e memoria, che rendono la RX 570 un pochino più veloce. AMD non ha realizzato una versione di riferimento di questa scheda, il che significa che ci dobbiamo appoggiare a un partner: in questo articolo diamo un’occhiata alla Asus Strix RX 570 OC, che confrontiamo con una Strix RX 470 OC, il che ci consente anche di creare una piccola sfida interna in casa Asus.

Nvidia GeForce GTX 960 Nvidia GeForce GTX 1060 3GB AMD Radeon RX 470 Asus RX 470 Strix OC Asus RX 570 Strix OC
Unità shader 1024 1152 2048 2048 2048
ROPs 32 48 32 32 32
GPU GM206 GP106 Ellesmere Ellesmere Ellesmere
Transistor 2,54 miliardi 4,4 miliardi 5,7 miliardi 5,7 miliardi 5,7 miliardi
Memoria 2GB 3GB 4/8GB 4GB 4GB
Bus 192-bit 192-bit 256-bit 256-bit 256-bit
Freq. GPU (MHz) 1080+ 1502+ 1206 1270 1300
Freq. memoria (MHz) 1502 2002 1650 1650 1750

Asus Strix RX 570 OC

Asus ha aggiornato la propria offerta con un modello dotato di una frequenza di boost di 1300 MHz, mentre la memoria è a 1750 MHz. Entrambe le specifiche rappresentano un piccolo passo avanti rispetto alla RX 470 Strix, che era impostata a 1270 MHz per quanto riguarda il core e 1650 MHz per la memoria.

rx570 01
rx470
Clicca per ingrandire

Sfortunatamente la Strix RX 470 OC non riusciva mantenere queste frequenze a lungo a causa della soluzione di raffreddamento non troppo elaborata e per il layout della scheda. Vedremo quindi se la nuova RX 570 Strix porterà novità su questo fronte.

asus 01
Clicca per ingrandire

La Strix RX 570 OC si presenta con una copertura del dissipatore in plastica nera. Il radiatore è formato da alette in metallo visibili attraverso le ventole.

asus 02
Clicca per ingrandire

La scheda ha un peso di 658 grammi, una lunghezza di 24,2 cm, un’altezza di 12,2 cm e uno spessore di 3,5 cm. Circa 2 millimetri di quest’ultimo valore sono attribuibili a un supporto di stabilizzazione che potrebbe influenzare la compatibilità con i grandi dissipatori e i form factor mini-ITX.

asus 03
Clicca per ingrandire

Dall’alto al basso, vediamo l’heatsink, il logo ROG illuminato e un connettore di alimentazione a 8 pin.

asus 04
Clicca per ingrandire

Osservando la scheda dal fondo troviamo due heatpipe fatte di un materiale composito placcato nickel, insieme a un’ulteriore prospettiva dell’heatsink.

asus 05
Clicca per ingrandire
asus 06
Clicca per ingrandire

Le alette del radiatore sono disposte orizzontalmente. Entrambi i capi della scheda sono “un po’ aperti” per favorire il flusso d’aria. Nessuno dei due lati permette al flusso d’aria di non incontrare ostacoli, soprattutto la parte posteriore dove ci sono due connettori DVI-D.

Una singola DVI sarebbe stata più che sufficiente per soddisfare le necessita dei giocatori con vecchi monitor e avremmo preferito più feritoie rispetto alla seconda DVI. Asus ha comunque inserito una HDMI 2.0 e una DisplayPort 1.4.

Layout della scheda

La Asus Strix RX 570 OC adotta un PCB a più layer ed è piuttosto diversa dalla Strix RX 470 OC. Per iniziare, il regolatore di tensione è stato spostato sul lato destro della scheda, il che ha senso se consideriamo i punti caldi creati da questo componente.

pcb 01
Clicca per ingrandire

Il controller PWM ASP1300 di International Rectifier è stato chiamato Digi+ per richiesta di Asus. Non abbiamo le specifiche di questo particolare componente, ma possiamo chiaramente vedere che non ci sono sei fasi per la GPU, ma tre.

Quei tre IR3598s sono dual-driver che possono pilotare due coppie di MOSFET. Si chiama raddoppiamento di fase. Anche se un solo segnale PWM viene suddiviso e l’idea è di creare un regolatore di tensione con un alto numero di fasi risparmiando sia denaro che spazio sul PCB.

pcb 02
pcb 03

C’è un MOSFET N-channel M3054 per l’high side e due MOSFET N-channel M3056 per il low side; tutti sono realizzati da UBIQ. Gli induttori in ferrite corrispondenti sono etichettati SAP II (Super Alloy Power), e dovrebbero aiutare a ridurre il coil whine.

pcb 04
pcb 05

La tensione è erogata alla memoria tramite un uP1540 di uPI Semiconductor, un convertitore buck con rettificazione sincrona. Questo componente contiene anche un diodo boostrap e un game driver MOSFET. Non è presente nel sito uPI perché è un prodotto destinato solo agli OEM.

I MOSFET sono gli stessi che troviamo per il regolatore di tensione della GPU, anche se Asus cerca di bilanciare il carico alimentando la memoria tramite lo slot sulla motherboard.

pcb 06
pcb 09

I moduli di memoria della Strix RX 570 OC sono forniti da Elpida (ora Micron). Otto moduli W4032BABG-70-F offrono una densità di 4Gb (16 x 256 Mbit) con una frequenza massima di 1750 MHz. Questi particolari moduli di memoria non hanno molto margine di overclock, specialmente perché non sono raffreddati attivamente. In passato hanno dimostrato di non gestire bene le temperature oltre le specifiche.

pcb 07
pcb 08

Asus sembra amare i componenti OEM su cui ci sono poche informazioni. L’ITE8915 è un controller e chip di monitoraggio, ma non sappiamo molto altro.

Raffreddamento

Nonostante le grandi ventole, la soluzione di raffreddamento sembra piccola. Le ventole di per sé hanno un diametro di 95 mm e sono composte da 13 pale, che girano al massimo a 2500 RPM. Non solo rappresentano la parte principale del dissipatore, ma forniscono anche un flusso d’aria per raffreddare i componenti sottostanti.

Il target primario delle ventole sulla scheda è l’heatsink del VRM, una piccola striscia nera di alluminio estruso. È separato dai MOSFET da un pad termico e viene tenuto in sede da viti.

dissipatore 01

Non c’è un backplate ad aiutare con il raffreddamento, mentre i moduli di memoria sopra il PCB sono raffreddati dal flusso d’aria.

dissipatore 02

Il dissipatore pesa 340 grammi, ha due heatpipe da 6 mm fatte di materiale composito placcato nickel, che sono state appiattite e pressate nel radiatore in alluminio. Questo design dovrebbe garantire il contatto diretto con la GPU. Marketing a parte, è principalmente una misura per risparmiare denaro.

dissipatore 03

Le nostre rilevazioni sul banchetto aperto e in un case chiuso mostreranno se il piccolo dissipatore di Asus è in grado di gestire il calore disperso generato da Ellesmere e dai componenti circostanti.

Configurazione di prova

Come per l’articolo sulla RX 580, abbiamo usato schede video overcloccate di fabbrica per rappresentare meglio le proposte disponibili sul mercato. Tutti i risultati sono stati generati con i driver Crimson ReLive Edition 17.4.2 per le schede Radeon precedenti, i driver dati alla stampa da AMD per le RX 500 e i 381.65 Game-Ready per quanto riguarda Nvidia.

Schede video a confronto

Sapphire Nitro+ Radeon RX 580 8GB Limited Edition

Asus ROG Strix Radeon RX 570 4GB

MSI Radeon RX 480 Armor 8G OC

Asus ROG Strix Radeon RX 470 4GB

MSI Radeon R9 380 Gaming 4G

Gigabyte GeForce GTX 1060 G1 Gaming 6G

Gigabyte GeForce GTX 1060 WindForce OC 3G

MSI GeForce GTX 1050 Ti 4G OC

Gigabyte GeForce GTX 970 G1 Gaming 4G

Configurazione di prova e strumentazione
Sistema – Intel Core i7-7700K
– MSI Z270 Gaming M7
– Corsair Vengeance DDR4-3200 @ 2400 MT/s
– 1x 1TB Toshiba OCZ RD400 (M.2, SSD di sistema)
– 2x 960GB Toshiba OCZ TR150 (archiviazione, immagini)
– Be Quiet Dark Power Pro 11, 850W PSU
– Windows 10 Pro (aggiornato)
Raffreddamento – Alphacool Eispumpe VPP755
– Alphacool NexXxoS UT60 Full Copper 360mm
– Alphacool Cape Corp Coolplex Pro 10 LT
– 5x Be Quiet! Silent Wings 3 PWM
– Thermal Grizzly Kryonaut
Case – Lian Li PC-T70 con kit di estensione e mod
– Configurazioni: banchetto aperto, case chiuso
Strumentazione per rilevare consumi – Contact-free DC Measurement at PCIe Slot (Using a Riser Card)
– Contact-free DC Measurement at External Auxiliary Power Supply Cable
– Direct Voltage Measurement at Power Supply
– 2 x Rohde & Schwarz HMO 3054, 500MHz Digital Multi-Channel Oscilloscope with Storage Function
– 4 x Rohde & Schwarz HZO50 Current Probe (1mA – 30A, 100kHz, DC)
– 4 x Rohde & Schwarz HZ355 (10:1 Probes, 500MHz)
– 1 x Rohde & Schwarz HMC 8012 Digital Multimeter with Storage Function
Rilevazione temperatura – 1 x Optris PI640 80Hz Infrared Camera + PI Connect
– Real-Time Infrared Monitoring and Recording
Rilevazione rumorosità – NTI Audio M2211 (with Calibration File, Low Cut at 50Hz)
– Steinberg UR12 (with Phantom Power for Microphones)
– Creative X7, Smaart v.7
– Custom-Made Proprietary Measurement Chamber, 3.5 x 1.8 x 2.2m (L x D x H)
– Perpendicular to Center of Noise Source(s), Measurement Distance of 50cm
– Noise Level in dB(A) (Slow), Real-time Frequency Analyzer (RTA)
– Graphical Frequency Spectrum of Noise