Tom's Hardware Italia
Software

Windows 10, mai più aggiornamenti forzosi?

Microsoft Germania, per risolvere una disputa con un'associazione di consumatori, ha promesso che non ci saranno più aggiornamenti forzati. Intanto Creators Update ha raggiunto quota 65,6% dei PC con Windows 10 e a breve arriverà il nuovo aggiornamento.

Aggiornamenti forzosi? Mai più. Ma il pentimento di Microsoft sarà vero? A promettere che il comportamento che fece arrabbiare mezzo mondo tra il 2015 e il 2016 non si ripeterà più è stata infatti Microsoft Germania. La dichiarazione si è resa necessaria per chiudere la disputa legale in atto con un'associazione di consumatori tedesca che aveva fatto causa all'azienda di Redmond proprio a causa della distribuzione forzosa di Windows 10, sebbene come aggiornamento gratuito.

Grazie a questa scelta non ci sarà alcuna condanna, ma Microsoft Germania si impegnerà ad evitare in futuro qualsiasi installazione forzosa di dati sull'hard disk degli utenti senza il loro esplicito consenso. Sicuramente una vittoria, ma locale, che attualmente non sappiamo se sarà adottata come politica generale dall'intera azienda, per tutti i mercati. Al momento infatti, interrogati in merito da ZDNet, dal quartier generale non hanno voluto commentare.

microsoft windows 10 free

C'è però anche da dire che, nelle intenzioni del colosso, Windows 10 dovrebbe essere il suo ultimo sistema operativo e dunque non dovrebbero esserci più distribuzioni di grandi pacchetti software nei prossimi anni, ma semplici aggiornamenti incrementali lungo l'arco dell'anno, con degli update evolutivi che portano nuove funzioni, ogni sei mesi circa. Difficilmente dunque rivedremo mai un aggiornamento di 6 GB scaricato senza il nostro consenso sui nostri PC.

Nel frattempo l'ultimo degli update distribuiti in ordine di tempo, il Creators Update arrivato lo scorso marzo, sarebbe installato sul 65,6% dei PC con Windows 10, secondo AdDuplex, mentre il precedente Anniversary Update sarebbe ancora presente sul restante 30%, ma quest'ultimo aveva raggiunto una percentuale più elevata del Creators, prima di essere sostituito.

untitled

Intanto, entro l'autunno (ma non c'è ancora la data ufficiale) arriverà il nuovo pacchetto, Fall Creators Update, un aggiornamento sicuramente molto importante, che però ha perso per strada, durante la fase di sviluppo, alcune delle funzioni più interessanti e attese come ad esempio Timeline, che avrebbe consentito di gestire tutti i programmi aperti in uno scenario multi-dispositivo e multi-OS, Android e iOS compresi. Vedremo quindi se Fall Creators Update saprà rinnovare il successo dell'Anniversary o farà addirittura peggio del Fall Creators Update.


Tom's Consiglia

Fall Creators Update sta per arrivare e voi siete ancora fermi a Windows XP? Su Amazon ormai Windows 10 Home lo torvate a meno di 100 euro.