Android

Estetica e bundle

Pagina 3: Estetica e bundle

Descrizione estetica

Iniziamo con il One X, alto 134,3 mm, largo 69,9 mm e spesso 8,9 mm, per un peso di 130 grammi. Il One S fa di meglio, non solo per le dimensioni ovviamente minori per via dello schermo più piccolo, ma anche per lo spessore: 130,9 x 65 x 7,8 mm, e un peso di 119,76 grammi.

HTC One X e S – Clicca per ingrandire

Il layout è identico per entrambi: schermo occupa l’intera facciata frontale, fotocamera superiore e tre tasti a sfioramento sotto allo schermo. Come abbiamo sottolineato nella recensione di Sense, HTC elimina i tasti virtuali a schermo per affidarsi ancora a quelli a sfioramento.

Il connettore Micro USB è nel bordo sinistro, pulsante di accensione/stand-by e jack audio da 3,5 mm sono nel bordo superiore, mentre il bilanciere è nel bordo destro. Nessuna porta HDMI a bordo, dovrete passare dal cavo adattatore MicroUSB o dal Media Link, che trasferisce in modalità wireless i flussi AV.

HTC One X – Clicca per ingrandire

Manca il tasto della fotocamera. Prima di Android 4 ci siamo sempre lamentati di questa mancanza, dopotutto è indubbio il fatto che sia comodo. Con la possibilità di ICS di scattare foto mentre si registra un filmato questa mancanza è mitigata, ma non è ancora sufficiente per accontentarci. 

Con l’interfaccia Sense che pone due tasti grandi sullo schermo, uno per registrare e l’altro per scattare foto, da usare in contemporanea, siamo meno sensibili a questa mancanza. Ciò nonostante, considerando l’enfasi posta da HTC sulle peculiarità fotografiche della serie One, dobbiamo considerarlo ancora una mancanza.

La scocca del One X non si apre, e la MicroSIM s’inserisce nella parte superiore, mentre per il One S è possibile rimuovere una porzione di scocca. Per entrambi, la batteria non è ovviamente rimovibile.

HTC One S – Clicca per ingrandire

Bundle

Entrambi sono venduti a corredo con un caribatteria, cavo di trasferimento dati e auricolare.