Android

HTC U12+, test di resistenza superato ma non a pieni voti

HTC U12+ è passato sotto la lente d'ingrandimento del noto canale YouTube "JerryRigEverything", mostrando luci e ombre in merito alla resistenza della scocca. Da una parte infatti l'azienda taiwanese sembra aver migliorato quanto fatto con U11, che si è letteralmente spezzato durante il bend test (in cui viene esercitata una pressione sullo smartphone), dall'altra parte alcune scelte costruttive appaiono meno convincinenti. Ma andiamo con ordine.

HTC ha certamente migliorato in maniera rilevante la resistenza del proprio top di gamma, utilizzando un vetro non curvo e una sorta di buffer tra lo schermo e il frame di metallo. Infatti,  U12+ ha ottenuto un ottimo risultato nel bend test, curvandosi un pò ma senza spezzarsi. I grattacapi sembrano invece provenire dalla back cover, che si stacca con troppo facilità a causa di adesivi troppo deboli.

htc u12 plus durability

Per quanto riguarda il display – che ricordiamo essere un  Gorilla Glass 5 –  HTC U12+ mostra una buona resistenza, evidenziata anche per la back cover. Ottimo anche il comportamento del pannello frontale in relazione all’esposizione al calore grazie allo schermo Super LCD, che spegne i pixel dopo 10 secondi di esposizione diretta per poi riaccenderli poco dopo senza nessun danno. 

Leggi anche: HTC U12+ svelato, Snapdragon 845 e 6 GB di RAM a 799 euro

Altra nota negativa, infine, è la poca resistenza dei pulsanti capacitivi di accensione e volume posti lateralmente. Questi possono essere rimossi facilmente senza bisogno di esercitare una particolare forza. In ogni caso, HTC sembra aver compiuto importanti passi in avanti, in termini di resistenza, rispetto a U11. Attendiamo di poter testare in maniera approfondita U12+ così da potervelo raccontare nella nostra recensione completa.


Tom's Consiglia

HTC U11+, phablet di fascia alta dell'azienda taiwanese e predecessore diretto di U12+, è disponibile in offerta su Amazon con uno sconto di oltre 100 euro rispetto al prezzo di listino. Lo trovate a questo link.