Android

Huawei potrebbe presto acquistare i propri chip da SMIC

Huawei avrebbe stipulato un nuovo accordo commerciale con Semiconductor Manufacturing International (SMIC), il più grande produttore cinese di chip. Stando a quanto riportato da DigiTimes, la società potrebbe presto puntare su SMIC per la produzione dei SoC HiSilicon.

Essendo che i prodotti targati HiSilicon vengono inseriti in quasi tutti i dispositivi Huawei, sembrerebbe che possa essere un ottimo accordo per Semiconductor Manufacturing International. Huawei, dopo il ban emanato dal governo USA, non può più intrattenere affari con diverse aziende americane.

Per il momento, i chip HiSilicon vengono prodotti da Taiwan Semiconductor Manufacturing Company (TSMC), il più grande produttore di semiconduttori al mondo (con sede a Taiwan). Gli Stati Uniti d’America potrebbero però presto spingere l’azienda a non continuare questo accordo. TSMC, infatti, lavora attualmente con Nvidia e AMD, ed è improbabile che voglia rinunciare a questi accordi per continuare anche con Huawei.

SMIC viene vista in questo momento come un produttore con una tecnologia meno evoluta rispetto alla controparte di Taiwan. Entro la fine del 2020, l’azienda dovrebbe però iniziare a produrre chip a 7 nm, saltando completamente quelli a 10 nm.

Il nuovissimo Huawei P40 Lite, con 6 GB di RAM e 128 GB di memoria interna, è disponibile all’acquisto su Amazon. Lo trovate a questo indirizzo.