Apple

MacBook Pro da 15 e 17 pollici: strappo con Nvidia?

A poche ore dal debutto dei MacBook Pro, ecco le ultime indiscrezioni in merito. Rispetto alle informazioni che abbiamo pubblicato ieri e che v’invitiamo a leggere (MacBook Pro con SSD: Mac OS sarà una scheggia), la novità sostanziale è che Apple avrebbe scelto i chip grafici dedicati di AMD per le soluzioni da 15 e 17 pollici.

Per la casa di Sunnyvale sarebbe un bel colpo, perché gli attuali MacBook Pro integrano chip realizzati da Nvidia. Non è noto il motivo del cambiamento deciso da Apple, forse lo spiegherà la stessa azienda, ma è logico pensare a un migliore rapporto tra prestazioni, consumi e prezzo (costo per Apple). Ricordiamo che anche gli iMac hanno tutti grafica AMD.

Le GPU di AMD dovrebbero entrare in funzione solamente nei momenti di necessità, in altre parole con un carico grafico elevato, mentre in idle dovrebbe lavorare il core grafico integrato nelle GPU Sandy Bridge. Per il modello da 13 pollici, Apple avrebbe scelto di affidarsi solamente alla grafica Intel.

In ogni caso in molti ritengono che i nuovi MacBook Pro saranno poco più di un aggiornamento degli attuali modelli e un rinnovamento significativo nel progetto si vedrà solo nel 2012. Le indiscrezioni non riguardano solamente l’imminente annuncio, ma si concentrano anche sul futuro iPad. Secondo il sito iLounge il nuovo tablet sarà effettivamente presentato la prossima settimana, ma non arriverà sul mercato per diverso tempo.

Il sito ritiene che le indiscrezioni sui problemi produttivi potrebbero non essere così infondate e “nessuno è sicuro al momento di che cosa Apple si appresti a vendere come iPad 2 o quando”. iLounge parla anche del possibile arrivo nel breve periodo di un “iPad 1.5”, ovvero un prodotto con fotocamera e altre novità, a cui seguirà a settembre un modello sostanzialmente più rinnovato.

Questa indiscrezione è difficilmente credibile e infatti c’è chi ritiene che l’evento della prossima settimana sia solo un’anteprima. Le voci riportano infatti che Apple non sarebbe in grado di presentare il prodotto in volumi per uscire a fine marzo o aprile. C’è chi parla di giugno, con un calo di prezzo dell’attuale modello fino a quella data, in modo da mantenere le vendite su livelli abbastanza elevati.

Infine, iPhone 5. Alle indiscrezioni sul possibile debutto a settembre, se ne aggiungono altre che riportano la presentazione fissata per giugno, come di consueto, ma la disponibilità ad agosto o poco prima, con gli Stati Uniti pronti a ricevere le prime unità e poi gli altri principali paesi mondiali.