Tom's Hardware Italia
Android

Samsung Galaxy S10+, la modalità Notte alla prova sul campo

Con l'ultimo aggiornamento software, è possibile selezionare manualmente la modalità Notte nel Galaxy S10+ di Samsung.

L’ultimo aggiornamento software distribuito da Samsung per il Galaxy S10+, oltre alle patch di sicurezza di aprile 2019, ha portato con sé un’interessante novità in ambito fotografico. Infatti, la modalità Notte (Bright Night) è stata “scorporata” da quella automatica, e può dunque oggi essere selezionata manualmente dall’utente a seconda della situazioni.

Ufficialmente non si tratta di una vera e propria novità, in quanto le performance del Galaxy S10+ selezionando la voce “Notte” dovrebbero essere le medesime viste quando quest’ultima veniva azionata in automatico dal software. In realtà ho riscontrato dei netti miglioramenti nelle condizioni di poca luce, soprattutto nella gestione dell’illuminazione artificiale.

Chiariamo però subito un aspetto. La modalità Notte di Samsung è profondamente differente da quella vista in azione sui Pixel e, soprattutto, sugli smartphone Huawei. L’azienda cinese ha infatti utilizzato un approccio basato sull’intelligenza artificiale, con quest’ultima che consente di controbilanciare gli impercettibili movimenti della mano durante un’esposizione di ben 5 secondi.

La modalità messa a punto da Samsung utilizza invece tanti scatti operati con un tempo di posa ridotto, così da evitare l’effetto mosso. L’approccio di Huawei è senza dubbio più d’impatto da un punto di vista del risultato finale, con colori particolarmente saturi e scatti perfetti per l’utilizzo attraverso i social. L’azienda sudcoreana ha provato a seguire la strada della fedeltà cromatica in notturna, come abbiamo già avuto modo di raccontarvi nella nostra recensione.

Al di là comunque degli approcci differenti, la sensazione è che Samsung stia continuando a lavorare per migliorare le performance fotografiche del suo top di gamma. Diverse indiscrezioni parlano di un nuovo aggiornamento software in arrivo, con il quale l’azienda sudcoreana potrebbe intervenire direttamente sull’algoritmo fotografico. Nulla di ufficiale, almeno per il momento, ma non ci sono dubbi sul fatto che, oggi, il Galaxy S10+ riesca a scattare fotografie in notturna migliori rispetto a quando è arrivato sul mercato.

La build attuale è quella identificata dal codice G975FXXU1ASD5. I Galaxy S10+ italiani no brand hanno già ricevuto questo firmware, mentre quelli brandizzati dagli operatori telefonici non ancora, o almeno non tutti. Come sempre in questi casi, è solo questione di tempo affinché l’update si diffonda in maniera omogenea.

Chiarito questo aspetto, abilitare la modalità Notte è semplicissimo. Una volta aperta l’applicazione fotocamera, basta semplicemente sceglierla mediante due swipe da destra verso sinistra. Quando si scatta con questa funzionalità, è importante cercare di tenere fermo lo smartphone fino a quando il software compie il suo lavoro, ovvero quello di realizzare una serie di immagini con un tempo di posa ridotto, come già detto prima.

Nuova Build
Vecchia Build

Nell’articolo abbiamo inserito una serie di immagini realizzate con questa modalità e confrontate con quelle realizzate con le build precedenti. Come potete osservare voi stessi, sembra che il Galaxy S10+ riesca oggi a tirare fuori una maggiore quantità di luce in notturna e, soprattutto, a gestire meglio l’illuminazione artificiale. Non stiamo parlando di un salto epocale, bensì di un affinamento di quanto di buono già visto a bordo di questo smartphone.

Nuova build
Vecchia Build

Per il resto, il giudizio sul Galaxy S10+ non è cambiato. Siamo difronte a uno dei migliori smartphone del 2019, che Samsung sta comunque continuando a migliorare. Circa due settimane fa abbiamo realizzato un ulteriore approfondimento in merito ai miglioramenti legati all’autonomia e al sensore biometrico dopo 1 mese dall’arrivo sul mercato. In tutto questo, il display rimane un punto di riferimento, il comparto fotografico è di primissimo livello così come la qualità costruttiva e le prestazioni (i benchmark su AnTuTu sono leggermente migliorati, punteggio finale oltre i 335.000 rispetto ai 333.000 delle precedenti build).

Insomma, un top di gamma a tutti gli effetti che, tra l’altro, oggi è possibile acquistare a cifre inferiori rispetto al prezzo di listino (1.029 euro). Amazon, ad esempio, lo propone già al di sotto dei 900 euro, lo trovate a questo link. Stiamo lavorando in queste settimane a un confronto completo tra Galaxy S10+ e P30 Pro, che pubblicheremo nei prossimi giorni. Una sfida che si concentrerà soprattutto sul comparto fotografico, divenuto ormai vero ago della bilancia in fase d’acquisto nel mercato smartphone.

Il Galaxy S10 è disponibile su Amazon con oltre 100 euro di sconto. Lo trovate a questo link.