Tom's Hardware Italia
Apple

Sign In With Apple: gli sviluppatori saranno obbligati a inserirla nelle app

L'opzione di autenticazione Sign In With Apple annunciata durante la WWDC 2019 dovrà obbligatoriamente essere implementata in quelle app che permettono l'accesso tramite Facebook e Google.

Una delle novità annunciate durante la WWDC 2019 tenutasi ieri a San José è la funzione Sign In Whit Apple. Si tratta di un’opzione d’accesso che sarà disponibile sulle app e servizi sviluppati da terze parti che si pone come alternativa ai già noti accessi tramite il proprio account Facebook o Google. Ricevendo le nuove linee guida per App Store, gli sviluppatori si sono resi conto che il supporto del nuovo metodo di autenticazione sarà obbligatorio e non facoltativo.

La funzionalità è stata pubblicizzata come un’alternativa più sicura a quelle di Facebook e Google, ma sul palco la società ha omesso di specificare che Sign In With Apple dovrà obbligatoriamente essere disponibile su quelle app che permettono questo tipo di autenticazione e coesisterà accanto alle possibilità di accesso tramite Google o Facebook.

L’accesso con Apple sarà disponibile per i beta test quest’estate” – scrive Apple – “Sarà richiesto come opzione per gli utenti nelle app che supportano l’accesso di terze parti quando sarà commercialmente disponibile entro la fine dell’anno“.

Apple ha più volte sottolineato il concetto di privacy e sicurezza in relazione alla nuova funzione. Sign In With Apple autentica l’utente tramite Face ID o Touch ID senza esporre dati sensibili. L’azienda di Cupertino ha assicurato inoltre che il sistema potrà creare una mail random per l’accesso a vari siti, servizi e applicazioni. In questo modo, l’utente non sarà costretto a utilizzare la mail personale. Chissà come reagiranno gli sviluppatori che si troverebbero così a non poter raccogliere i dati dei propri utenti.

iPhone XR è in offerta su Amazon con uno sconto di circa 150 euro. Lo trovate a questo link.