Android

TSMC, se perde Huawei si consolerà con Apple

TSMC non piange un’eventuale perdita di Huawei. Il produttore taiwanese avrebbe già riempito il vuoto lasciato dal colosso di Shenzhen con altri clienti. A riferirlo è l’agenzia di stampa Reuters che cita le parole del Ministro dello Sviluppo di Taiwan, Kung Ming-hsin.

Secondo il ministro, infatti, TSMC avrebbe già ricevuto ordini da altri clientiche ne hanno bisogno” al punto da non dover risentire l’assenza di Huawei. La società non ha rilasciato nessun commento in quanto – come sempre sostiene – non fornisce informazioni sui suoi clienti. Per capire bene la situazione e il motivo di queste affermazioni, bisogna fare un piccolo passo indietro e riagganciarci alla questione del divieto imposto dagli Stati Uniti alla compagnia asiatica.

Dopo l’estensione del divieto fino a maggio 2021, è arrivato un nuovo attacco da parte degli USA che prende di mira il mercato dei semiconduttori. Il Dipartimento del Commercio ha esteso il controllo statunitense sulle esportazioni alle società straniere che utilizzano tecnologie, software e apparecchiature americane per produrre processori per il colosso cinese. Queste compagnie dovranno richiedere e ottenere una licenza da parte del governo USA. Tra queste, c’è TSMC che produce i processori Kirin di Huawei. La società taiwanese potrà continuare a consegnare i beni ordinati dal colosso cinese fino a settembre ma in questo periodo non potrà ricevere nuovi ordini.

Inutile negare che l’azienda più quotata a vestire i panni del consolatore è Apple che – nel corso della conferenza di apertura della WWDC 2020 – ha annunciato una svolta epocale: l’abbandono dei processori Intel per i Mac in favore di quelli proprietari Apple Silicon basati su architettura ARM. A produrli potrebbe essere proprio TSMC, già principale fornitore dei SoC per iPhone e iPad.

Insomma, TSMC potrebbe perdere un importante cliente come Huawei ma potrebbe immediatamente consolarsi tra le braccia di Apple.

Il nuovo iPhone SE 2020 è disponibile su Amazon a partire da 499 euro. Lo trovate a questo link.