Tom's Hardware Italia
Windows

WhatsApp, addio a Windows Phone dal 1 gennaio 2020

La conferma è arrivata direttamente dal blog ufficiale di WhatsApp. Non è escluso che alcune funzionalità possano cessare di funzionare prima di gennaio 2020.

WhatsApp non sarà più disponibile su Windows Phone e Windows Mobile a partire dal 1 gennaio 2020. La notizia era nell’aria da qualche mese, e poco fa è arrivata puntualmente la conferma ufficiale attraverso il blog della celebre app di messaggistica istantanea. Si tratta dell’ennesima conferma di come il progetto attorno al sistema operativo per smartphone di Microsoft sia ormai definitivamente defunto.

Occorre comunque sottolineare come il client di WhatsApp per Windows Phone e Windows Mobile non è già più in sviluppo (rimane comunque disponibile al download), per cui non è escluso che alcune funzionalità possano cessare di funzionare anche prima di gennaio 2020. In ogni caso, considerando quanto questa applicazione sia diffusa, si tratta di una perdita importante per gli smartphone equipaggiati con il sistema operativo dell’azienda di Redmond.

Rimane ovviamente in piedi il progetto Windows 10 ARM, che per adesso però è vincolato ai computer portatili e, almeno nell’immediato, sembra non esserci alcuno smartphone all’orizzonte. Non a caso, la community di appassionati si sta già muovendo per operare un porting, ma questo comunque non risolverebbe il problema legato a WhatsApp che, in questa versione dell’OS di Microsoft, è disponibile come versione Desktop, e dunque funziona comunque in abbinata a un dispositivo mobile.

Insomma, il duopolio Android-iOS sembra destinato a durare ancora anni, a meno che non sia la stessa Google (o Apple) a introdurre una valida alternativa, come potrebbe essere il tanto chiacchierato Fuchsia. Staremo a vedere, nel frattempo appare evidente come l’avventura di Windows Phone e Windows Mobile sia ormai al capolinea.

La nuova famiglia Samsung Galaxy S10 è disponibile su Amazon a partire da 779 euro. La trovate a questo link.