Giochi PC

Call of Duty Warzone: il mistero delle “Red Doors”, cosa si cela dietro?

Con l’arrivo della Stagione 3, i misteri sulla Lore di Call of Duty Warzone sono aumentati a dismisura. Se siete coloro che hanno vissuto in primo piano i due eventi proposti da Activision, la distruzione di Verdansk parte 1 e 2, avrete ammirato il trailer che ci trasporta indietro nel tempo dopo la cancellazione dell’amata mappa. Alla fine dell’intenso filmato possiamo assistere ad un misterioso avvenimento con una luce intensa di colore rosso dietro ad una porta. Ma cosa si cela dietro a questa? Perché improvvisamente ci troviamo nel 1984?

Call of Duty Warzone

Queste sono solo alcune delle domande che gli appassionati si sono posti, e molti di questi ritengono di aver risolto il mistero a riguardo. Innanzitutto ogni volta che cominceremo una partita vedremo una nuova intro con degli elicotteri, in basso a sinistra è possibile leggere la parola “Flashback”. Questo, assieme alla recente questione di un ipotetico “viaggio rapido” in arrivo in futuro relativo proprio alle Red Doors ha portato ad una teoria che potrebbe chiudere questo misterioso cerchio.

The Red Door era infatti il nome in codice dell’alpha di Call of Duty Black Ops Cold War emersa lo scorso luglio, ma ai tempi non era certamente chiaro il suo significato. Ad oggi sappiamo bene che le porte rosse hanno un ruolo chiave nella campagna dell’ultimo capitolo rilasciato lo scorso novembre. In una particolare missione è possibile vivere dei ricordi durante la Guerra del Vietnam del 1968 e, sotto l’influenza dell’agente Adler, cercheremo di raggiungere un bunker attraverso una porta rossa appunto.

la teoria prenderebbe quindi spunto da questa missione, nella quale vivremo un flashback relativo ad un incarico avvenuto a Verdansk nel 1984. Se questo fosse vero non si tratterebbe quindi di un “viaggio nel tempo” ma di una semplice compito svolto durante quell’anno. Effettivamente durante la Stagione 3 Activision ci dà l’occasione di sbloccare una skin dedicata proprio ad Adler, versione ferito e torturato. Tornando un attimo alla questione delle “Red Doors”, come abbiamo scritto in precedenza, questa è possibile vederla nella presentazione di benvenuto alla Stagione 3. Alla fine del filmato è possibile udire Stitch che sottovoce dichiara ad un personaggio misterioso “Non sai quello che ti aspetta”. Se si trattasse effettivamente di un flashback, cosa succederà dopo e dove andrà a parare questa simpatica narrativa di Call of Duty Warzone? Verrà creata una mappa nuova di zecca? Solo il tempo ce lo dirà, intanto vi invitiamo a seguire le nostre pagine per eventuali novità in merito.

A questo indirizzo Amazon potete acquistare Call of Duty Black Ops Cold War.