PlayStation 4

E3 2019, cosa ci aspettiamo dalla conferenza Square-Enix

In un E3 nel quale mancherà Sony, non mancheranno sicuramente le novità. Il publisher dal quale ci si attende di più probabilmente è Square-Enix, che non solo porterà con sé l’attesissimo remake di Final Fantasy VII, ma anche uno dei progetti più attesi e meno in vista degli ultimi anni, ossia il titolo dedicato agli Avengers sviluppato da Crystal Dynamics. Martedì 11 giugno ci sarà la conferenza stampa dell’azienda di Shinjuku e scopriremo finalmente se tutti i rumor che si stanno susseguendo in queste ore saranno effettivamente realtà. Intanto noi speculiamo su quello che avverrà tra meno di dieci giorni.

Le novità già note e attese

Partiamo dalle novità che sono già praticamente note, per le quali sono attesi soltanto dei trailer e delle eventuali spiegazioni più approfondite di titoli già annunciati. Si parla da Dragon Quest Builderes 2, sequel dell’amato city builder, che era riuscito a creare una variante più che valida al genere, offrendo un binario narrativo lineare, ma allo stesso tempo apprezzabile, in grado di dare al giocatore il fascino della costruzione scevro dalla dispersione che molti titoli del medesimo genere hanno dovuto subire. Subito dopo ci sarà sicuramente Dragon Quest XI S, una versione dell’undicesimo capitolo della saga nata sotto il marchio Enix che stavolta sarà declinata su Switch. Quest’ultimo non ha ancora una data ufficiale per la release e con la sua modalità grafica in 16 bit e la Definitive Edition del gioco, diventa sicuramente uno dei titoli più attesi non solo dai fan della saga, ma anche dai possessori di Switch, che potranno godere di uno dei jRPG più di successo dello scorso anno.

Square-Enix ha poi annunciato che arriveranno delle novità molto importanti nel corso della conferenza e che riguarderanno Dragon Quest. È pur vero che è di queste ore l’annuncio di Dragon Quest Walk, un titolo in realtà aumentata pensato per Android e iOS e che qualcuno pensa possa diventare già il nuovo Pokémon Go, ma confidiamo nel fatto che non sia questa la grande novità che Square-Enix deve sfoderare sul palco di Los Angeles. In caso contrario, sarebbe sicuramente apprezzato qualche dettaglio in più, che vada oltre il trailer diffuso in queste ultime ore, che oltre il raccogliere oggetti, sconfiggere avversari negli scontri casuali e portare a termine delle missioni, non ci ha raccontato. Subito dopo dovrebbe arrivare anche la conferma dello sviluppo di Octopath Traveler 2, che in questi giorni arriverà anche con il suo porting su PC: il titolo ha praticamente conquistato la platea di videogiocatori su Switch, con il suo stile unico e con una realizzazione narrativa di grande fascino, e lo sviluppo è stato già confermato da Tomoya Asano: non ci sarà nulla da mostrare, probabilmente, ma almeno un logo a schermo che possa annunciare una finestra temporale per la release sarebbe sicuramente apprezzato.

I carichi forti di Square-Enix

Messa da parte la linea produttiva per Switch possiamo arrivare a parlare di quelli che sono i pezzi forti di Square-Enix: abbiamo già nominato Final Fantasy VII Remake, ma è chiaro che ci serve una data d’uscita per quanto riguarda il primo capitolo, oltre a capire quanti effettivamente saranno gli episodi che ci racconteranno quella che è a oggi ritenuta essere una delle storie più affascinanti e pregne di pathos dell’intera saga ideata da Hironobu Sakaguchi. Già protagonista dello scorso State of Play di Sony insieme a MediEvil, il settimo capitolo di Final Fantasy dovrà mostrare tanto altro ancora, confermando eventualmente anche la presenza di una demo, della quale si sta parlando tanto in queste ore: una beta per avvicinare i giocatori alle novità del titolo uscito quasi 25 anni fa potrebbe essere un’ottima idea e un modo valido per iniziare a far tastare il terreno agli interessati. Subito dopo dovrebbero arrivare anche delle novità su Kingdom Hearts: i DLC, innanzitutto, ma anche la versione ReMIND, ossia una sorta di Final Mix, con tanto di scenario addizionale, episodi in più e boss segreti da affrontare. Insomma un vero e proprio endgame che nel titolo originale non ha soddisfatto a pieno le aspettative dei giocatori. Qualcuno si attende anche l’annuncio di Kingdom Hearts su Switch, ma non il terzo capitolo, ci viene da pensare: d’altronde l’ibrida di Nintendo non sarebbe in grado di reggere un comparto grafico come quello realizzato da Tetsuya Nomura poco più di sei mesi fa, per questo pensare a un porting del terzo capitolo è improbabile, mentre i primi due titoli potrebbero essere più credibili.

Non finisce chiaramente qui, perché fino a ora abbiamo parlato solo di titoli già facilmente intuibili e prevedibili. Le aspettative però sono tutte concentrate su Platinum Games, che dopo il successo di NieR: Automata sta preparando Babylon’s Fall, svelato durante lo scorso E3, esattamente un anno fa. Con la sua atmosfera fantasy e con una lore che richiamava tantissimo quella di Dark Souls, il nuovo titolo dei re degli action potrebbe essere protagonista della conferenza di Square-Enix, magari proprio aprila, così da poter svelare il gameplay e dare qualche certezza in più a tutto il mondo dei videogiochi. Accanto a Babylon’s Fall dovrà esserci Avengers Project: annunciato nel 2017, sono trascorsi due anni da quando non abbiamo praticamente più notizie a riguardo. Crystal Dynamics ci lavora, insieme con Eidos Montreal, e ora possono raccontarci qualcosa: sappiamo che il titolo sarà a Los Angeles, tendiamo a ipotizzare che la release vorrà sfruttare l’uscita in home video di Endgame, e che potrebbe collocarsi magari verso la fine di quest’anno o l’inizio del 2020. Il progetto è molto ambizioso, l’attesa è altissima e la forza di un franchise come quello degli Avengers può rappresentare un traino davvero eccezionale, per rievocare il genere del tie-in che ha sempre avuto non poche problematiche dal punto di vista inventivo.

Chiudiamo con una carrellata di titoli che ci aspettiamo da Square-Enix: Parasite Eve II, che ha subito pochi mesi fa un rinnovo del marchio nel Regno Unito, Life is Strange 2, che nel 22 agosto 2019 vedrà arrivare il quarto episodio del viaggio che vede Sean e Daniel protagonisti, e Star Ocean First Departure R, la remastered del titolo uscito nel 2007 su PSP. Poi toccherà sicuramente ad alcune novità legate a Final Fantasy XIV, il titolo di maggior successo a livello economico di Square-Enix, e magari anche delle parentesi per i titoli mobile, sui quali l’azienda ha sempre puntato tantissimo: Brave Exvious, Record Keeper, Mobius e possibili novità. Square-Enix, insomma, potrebbe regalarci non poche sorprese e una conferenza decisamente interessante, soprattutto dopo aver imparato dagli errori degli anni scorsi che il modello comunicativo era decisamente da cambiare, evitando lunghe spiegazioni che aumentano la durata di una conferenza che può essere esaurita in poco più di mezz’ora. Appuntamento, insomma, alle 3 di notte dell’11 giugno.