Game Division

8 videogiochi da completare in una settimana o poco più

Con la chiusura di molte scuole e Università nei territori colpiti dall’emergenza sanitaria Coronavirus che sta interessando anche l’Italia, sono molti i ragazzi che cercano di svagarsi e ritrovare un po’ di tranquillità rivolgendosi al loro passatempo preferito: i videogiochi. Ne abbiamo selezionati alcuni – guardando soprattutto alle uscite degli ultimi anni – che possono intrattenervi il tempo di una giornata o accompagnarvi a lungo anche per più di 60 ore.

Videogiochi da completare in 30 ore

The Outer Worlds

The Outer Worlds è un GDR di fantascienza in prima persona sviluppato da Obsidian Entertainment e pubblicato da Private Division che con sarcasmo e particolari fuori di testa, tratteggia un sistema corporativistico che mira a spegnere ogni capacità di autonomia e tocca temi attuali per la nostra società. Risvegliati da un’ibernazione che ha richiesto più tempo del previsto, ci ritroveremo immischiati in una cospirazione che rischia di distruggere la colonia di Alcione.

L’avventura principale si porta a termine in circa 12 ore, che salgono se ci si vuole dedicare a missioni secondarie. La storia è completamente influenzata dalle nostre scelte, che possono modificare eventi e finale del gioco. Le fasi più action e i combattimenti soffrono un po’ di minore pulizia e precisione, ma buona parte delle missioni può essere completata scegliendo modalità di ingaggio differenti, affidandosi magari alle proprie abilità oratorie o all’intimidazione.

Potete leggere la nostra recensione per saperne di più: The Outer Worlds è un gioco di ruolo che riprende a tutti gli effetti l’eredità di Fallout New Vegas, lo fa in formato più piccolo, ma sempre con gli stessi pregi e, in parte, gli stessi difetti. La scrittura di storia, personaggi, dialoghi e situazioni che si creano nella colonia di Alcione è sempre di altissimo livello, così come il comparto artistico e sonoro.

Acquista The Outer Worlds:

Star Wars Jedi: Fallen Order

Un gioco valido su Star Wars mancava da diverso tempo. A sopperire a questa mancanza ci ha pensato Respawn Entertainment che con il suo Fallen Order ha riconsegnato a tutti gli appassionati un titolo assolutamente da giocare. Temporalmente ci troviamo tra gli eventi di Star Wars: Episodio III – La vendetta dei Sith e Rogue One, dove un giovane padawan Jedi di nome Cal Kestis, è in fuga dall’Impero Galattico dopo essere sopravvissuto all’epurazione dell’Ordine 66.

Il sistema di combattimento si avvicina ai souls con scontri basati principalmente su parate, contrattacchi, e schivate, ma senza la stessa rifinitura nei dettagli. Ciò però non vuol dire che il gioco non meriti o sia un action generico, perché pad alla mano, grazie anche a un insieme di abilità e a una accessibilità maggiore, il gioco diverte neofiti e non.

Per saperne di più vi consigliamo di leggere la nostra recensione da cui abbiamo selezionato questo estratto: Star Wars Jedi: Fallen Order è stata una piacevolissima sorpresa, un action appagante per quanto riguarda il gameplay, capace di tenere incollato allo schermo per ore senza patire alcuna fatica. Da lodare in particolare il combat system, che a difficoltà elevata mette alla prova senza mai diventare però tedioso e costringere a rinunciare. Peccato per la trama e il lato tecnico, entrambi elementi che non riescono ad eccellere; forse, con qualche rischio e un pizzico di ambizione in più, il risultato sarebbe stato migliore.

Acquista Star Wars: Jedi Fallen Order:

Hellblade: Senua’s Sacrifice

Ninja Theory con Hellblade: Senua’s Sacrifice ha ribaltato un concetto che spesso permea i videogiochi: la follia è un tratto che caratterizza i personaggi negativi come antagonisti o nemici, mentre qui la ritroviamo nella fragilità e nel tormento della protagonista, le cui allucinazioni sono difficili da separare dalla realtà. Mentre Senua intraprende un viaggio nell’Helheim, l’inferno vichingo, per salvare l’anima del suo amore perduto, il giocatore fa un viaggio nella mente di Senua.

La psicosi è presente in diversi disturbi mentali, è un problema serio che Ninja Theory non ha trattato con leggerezza, anzi, si è rivolta a esperti e pazienti per poter ritrarre con onestà i sintomi ed evitare di stigmatizzare i soggetti. Se pensate di trovare un nuovo Heavenly Sword allora rimarrete delusi, se invece cercate un’esperienza matura, capace di toccarvi con i suoi temi, allora non esitate.

Potete scoprirne di più leggendo la nostra recensione da cui abbiamo tratto questo verdetto: Senua’s Sacrifice è un titolo atipico, un viaggio in un mondo da incubo tra atmosfere celtiche e norrene, mischiate ad ambientazioni psicotiche e personaggi sulla soglia della follia. Più che un gioco un biglietto per un lungo viaggio. Comparto tecnico eccellente, gameplay ben studiato e una recitazione incredibile rendono Hellblade uno dei migliori e più particolari titoli degli ultimi anni.

Acquista Hellblade: Senua’s Sacrifice

Life is Strange 2

Disponibile ormai la stagione completa, Life is Strange 2 è un racconto caratterizzato dal tentativo di Dontnod Entertainment di trattare temi più maturi con un livello di scrittura meno scontato, lasciando spazio al giocatore di riflettere e sviluppare le sue considerazioni nel mentre vengono tessute su schermo le relazioni tra i personaggi e se ne scrutano i sentimenti.

Life is Strange 2 è una di quelle avventure da giocare tutte d’un fiato e ora che tutti gli episodi sono ormai disponibili, non c’è più nessun limite temporale a frammentare troppo il ritmo di gioco. Life is Strange 2 si avvicina più alla vita vera, senza paura di toccare anche corde politiche e mostrare uno spaccato di ciò che vuol dire perdere la sensibilità che ci rende compassionevoli e comprensivi.

Potete leggere la nostra recensione da cui abbiamo tratto questo estratto: Life is Strange 2 riesce a colpire nel segno grazie a un racconto basato su temi tutt’altro che banali (ed a tratti duri da affrontare). I vari personaggi sono ben caratterizzati, riuscendo nell’intento di far provare emozioni contrastanti. La storia di Daniel e Sean rimane facilmente impressa nella testa e nel cuore.

Acquista Life is Strange 2:

Journey to the Savage Planet

Se cercate delle esperienze più contenute che non risucchino completamente il vostro tempo, ma che contemporaneamente vi offrano divertimento e mistero, Journey to the Savage Planet è un titolo a cui potreste dare una chance. In 10/12 ore potete completare la missione principale, ma potete spenderne un’altra manciata nell’esplorazione libera e nella scoperta di tutti i segreti che si nascondono sul pianeta alieno. Il gioco presenta anche una modalità co-op con la quale vivere l’avventura insieme a un amico.

La struttura ricalca quella dei Metroidvania con enigmi ambientali che richiedono intuizione e un pizzico di sperimentazione con gli strumenti a disposizione e l’ambiente circostante. Anche se il gioco può essere completato velocemente, non c’è in realtà un vero motivo per non rallentare e godersi semplicemente i paesaggi e la fauna locale, o prendersi del tempo per sbloccare tutte le tecnologie utili per affrontare i boss nemici.

Per gli approfondimenti vi rimandiamo alla nostra recensione: Journey to the Savage Planet non va scambiato per No Man’s Sky solo perché entrambi condividono alcuni elementi del più generale tema della fantascienza. Da una parte c’è un pianeta, AR-Y 26, formato da 4 ecosistemi progettati manualmente, popolati da buffe creature e anche temibili specie, che va esplorato secondo i più classici dettami dei Metroidvania. Osserva, sperimenta, apprendi, memorizza e trova la soluzione. Design e progresso personale vanno di pari passo con la trama principale che potete completare in una decina di ore.

Acquista Journey to the Savage Planet:

Esperienze single player da più di 30 ore

The Legend of Zelda: Breath of the Wild

The Legend of Zelda: Breath of the Wild è un gioco ambizioso che coniuga tradizione e novità. Il titolo Nintendo è imponente, un open world in piena regola, con tutto il fascino e il mistero dell’avventura e degli enigmi che hanno caratterizzato la serie. Link è l’eroe classico, colui che deve compiere il suo destino di sconfiggere il male incarnato da Ganon e per farlo deve intraprendere un viaggio. Ogni passo lo avvicina a nuove scoperte, svela un tassello di presente e passato che si intrecciano e lo arricchisce di altre culture e storie.

Nelle regioni di Hyrule si trovano tantissimi sacrari all’interno dei quali la natura puzzle della Leggenda di Zelda affiora con più forza, mettendo di fronte al giocatore prove mai banali. Ciò che invece si estende al di fuori degli spazi chiusi è il trionfo della libertà. Link si muove con più agilità, scala montagne, si ferma a preparare un lauto pasto e poi riprende il viaggio alla ricerca di materiali e risorse per costruire armi, scudi e pozioni. La sorpresa e il fascino dell’ignoto si fanno strada a ogni nuovo orizzonte.

Probabilmente non vi basterà una settimana per completare Breath of the Wild, ma siamo certi che una volta iniziato non riuscirete più a smettere di giocarlo. Per saperne di più potete leggere la nostra recensione da cui abbiamo selezionato un estratto: Breath of the Wild non è soltanto uno dei migliori titoli dedicati al franchise di Zelda, ma è qualcosa che arriva una sola volta in una generazione e che tutti dovrebbero giocare.

Acquista The Legend of Zelda: Breath of the Wild

Red Dead Redemption 2

Red Dead Redemption 2 è un videogioco d’azione e avventura pubblicato per la prima volta nel 2018 su console e successivamente anche su PC. Si tratta del prequel di Red Dead Redemption, western di successo del 2010. Impersonando Arthur Morgan, un fuorilegge appartenente alla banda di Dutch Van der Linde, si può esplorare l’open world messo in piedi da Rockstar Games immergendosi completamente nelle atmosfere di fine 1800 e in una società che sta chiudendo i conti con il passato per abbracciare la modernità.

Ogni attività in Red Dead Redemption 2 è pensata per essere intrapresa con i suoi tempi, vissuta senza fretta o l’agitazione di dover a tutti i costi accelerare i ritmi per arrivare alla fine di una missione. Potete ad esempio vivere cacciando o impersonando nel più credibile dei modi uno spregiudicato bandito, la scelta sta a voi. Le tante possibilità imbastite da Rockstar Games rendono RDR2 un gioco in cui il tempo fuori dallo schermo vi sembrerà scorrere in maniera diversa, e se accetterete di lasciarvi guidare dal ritmo imposto, tra una sessione e l’altra non vi renderete conto di aver trascorso più di 50 ore solo per la trama principale.

Potete leggere un estratto dalla nostra recensioneCapace di fondere come mai prima d’ora intensità narrativa e gameplay, e di proporre quello che senza dubbio è il miglior open world di sempre, Red Dead Redemption 2 è un’opera mastodontica, impressionante sotto tutti i punti di vista. Una produzione che sembra arrivare direttamente dal futuro e che, inevitabilmente, influenzerà tutti i videogiochi che verranno. Tecnicamente eccelso, propone soluzioni di gameplay inedite e le contestualizza in un mondo di gioco ricco e appassionante.

Acquista Red Dead Redemption 2:

Sekiro: Shadows Die Twice

Se in Dark Souls gli scontri apparivano più lenti e improntati a uno studio più compassato, il sistema di combattimento di Sekiro rende tutto più serrato e dinamico, letale come lo shinobi di cui vestiamo i panni. Una danza di colpi, un’attenta difesa, per poi sferrare il colpo decisivo. Tecnica, colpo d’occhio e velocità di reazione diventano fondamentali e si sostituiscono all’uso di equipaggiamenti per migliorare i propri tratti. Le vostre migliori armi saranno Forza, Postura e Vitalità.

Sekiro ha una sola katana a disposizione, ma tutto ciò che può aiutarlo nella sua impresa lo può acquisire dal sistema di crafting, dai nuovi stili di gioco legati alle arti o dalle tecniche Ninjutsu che si attivano in seguito ad una esecuzione. Sekiro Shadows Die Twice, inoltre, vi permette di portare fino a cinque oggetti selezionabili dagli slot di accesso rapido. Non pensate però che sarà facile, perché Sekiro è un gioco che nasce e si sviluppa a pieno nella filosofia From Software, riprende temi e regole spietate da ciò che ha costruito Hidetaka Miyazaki fino a oggi.

Per saperne di più leggi il nostro verdetto da cui abbiamo preso questo estratto: Sekiro: Shadows Die Twice è molto più di un videogioco: è una filosofia da conoscere, assimilare e fare propria se lo si vuole scoprire nella sua interezza. Un percorso di vita in cui la crescita del personaggio va di pari passo con quella del giocatore e dove gli errori non vengono perdonati facilmente: questo lo rende il gioco più difficile e punitivo che From Software ci abbia proposto finora. Dimenticate l’esperienza accumulata con Dark Souls perché la formula ideata da Miyazaki questa volta, pur non rinnegando la difficoltà sopra le righe che ha contraddistinto gli ultimi giochi ma anzi amplificandola a tratti persino oltre il necessario, verte sul genere action e lo interpreta affidandosi a quella stessa filosofia che da anni troviamo nelle sue opere.

Acquista Sekiro: Shadows Die Twice:

State valutando l’acquisto di una console? Su Amazon trovate sconti su PlayStation 4, Xbox One e Nintendo Switch.