PlayStation

Hideo Kojima torna a parlare di PT e horror

Hideo Kojima, dopo aver indetto la chiusura della Kojima Productions a causa del coronavirus, ha avuto modo di rilasciare una interessante e lunga intervista all’ente organizzatore dei BAFTA, dove è tornato a parlare dell’approccio al genere horror avuto in passato con PT.

Il maestro Hideo Kojima ha definito PT un progetto speciale aggiungendo che: “La paura umana ha origine dall’ignoto. PT è stato un esperimento nel tentativo di produrre un effetto come risposta a questa condizione”. Inoltre sottolinea che ad oggi la metodologia utilizzata all’epoca per presentare il Playable Teaser di Silent Hills non sarebbe più possibile utilizzarla alla stessa maniera, dato che il pubblico capirebbe fin da subito la vera natura del prodotto.

Hideo Kojima

Al termine dell’intervista gli è stato poi chiesto sulla possibilità di vederlo cimentarsi con il genere horror dopo Death Stranding, il director Hideo Kojima ha risposto dicendo:  “Io stesso mi spavento facilmente, quindi sono fiducioso nel fatto che sarei in grado di creare qualcosa di più terrificante rispetto a quanto potrebbero forse fare altri. Mi spavento per cose come l’oscurità e immagino l’ombra di fantasmi nel buio. Esattamente come Hitchcock e Spielberg”.  Al momento, stando alla sua dichiarazione i nuovi progetti della Kojima Productions sembrano essere avvolti nel mistero, tuttavia non è da escludere che più avanti la saga di Silent Hills possa fare ritorno con un nuovo capitolo, dato che poche settimane fa sul web erano trapelate delle voci di corridoio sullo sviluppo di due progetti dedicati al brand.

Non ci resta che attendere e vedere se più avanti ci saranno dei nuovi sviluppi riguardo  Silent Hills che ormai manca dalla scena ludica da parecchi anni. Nell’attesa vi consigliamo di recuperare Death Stranding, l’ultima fatica del maestro Hideo Kojima che il 6 giugno uscirà in versione PC.

Non avete ancora giocato all’ultima opera del maestro Kojima? Cosa aspettate acquistatela a questo link.