Tom's Hardware Italia
PlayStation 4

Recensione The Last of Us Remastered

The Last of Us Remastered per Playstation 4 è la versione rivista e potenziata dell'omonimo titolo uscito per PS3.

The Last of Us Remastered

 

The Last of Us Remastered per Playstation 4 è la versione rivista e potenziata dell'omonimo titolo uscito per PS3. 

Recensione

Naughty Dog con The Last of Us aveva spremuto fino all'ultimo bit di potenza dalla Playstation 3. Il gioco aveva sorpreso tutti grazie a una grafica miracolosa per una console di vecchia generazione e all'innovativa modalità di story telling.

Per chi non lo sapesse, The Last of Us è un gioco di sopravvivenza ambientato in un mondo devastato da un'epidemia che trasforma gli esseri umani in pericolosi mutanti. La faccio breve: la storia è un clone spudorato di "The Walking Dead", con degli zombie semplicemente un po' diversi. Come gameplay il gioco è un mix tra Uncharted e l'ultimo Tomb Raider, ma con meno piattaforme ed enigmi. L'esplorazione è vitale perché per sopravvivere e potenziare il proprio arsenale avrete bisogno di raccogliere vari oggetti nascosti un po' ovunque. Kit medici, bombe, molotov, coltelli, tutto si crea, e il mondo non abbonda di materie prime.

Dopo oltre un anno dall'originale, questa nuova esclusiva Playstation porta con sé parecchie novità e migliora quello che era già un capolavoro. La nuova edizione include tutti gli aggiornamenti e il DLC Left Behind, ed è un acquisto consigliato per i possessori di PS4 che pur avendo già giocato su PS3, cercano una prima killer app – o quasi – per la loro console. Complice il prezzo di soli 45 euro, una rarità per le console, e la scarsità di giochi, diventa un acquisto obbligato per chiunque non l'abbia già giocato.

La vera novità del titolo originale era un dosaggio sapiente e originale tra le fasi narrative, l'esplorazione e le scene d'azione. Tutto è rimasto intatto, se non migliorato, grazie all'aggiunta di una nuova modalità chiamata "Realismo", immersiva e difficilissima. Il gioco non dà aiuti né consigli e non mostra neppure l'interfaccia. Ti devi ricordare quali armi hai, quali colpi hai in canna e quanta salute ti resta. Per veri fanatici.

Oltre al gameplay è il comparto tecnico ad essere stato rivisto, ovviamente. Grazie alla maggiore potenza della PS4, ora il gioco gira a 60 frame per secondo in Full HD, per tutto il tempo, con rarissimi cali di frame rate. I giocatori più maliziosi possono anche decidere di bloccare il motore grafico a 30 FPS, guadagnando ombre più dettagliate e quindi maggior fotorealismo.

I modelli di tutti i personaggi sono stati impreziositi; i designer di Naughty Dog si sono divertiti a distribuire nei e piccole imperfezioni per rendere unici soprattutto Joel ed Elly, i protagonisti della vicenda. La ragazzina, in particolare, è più adorabile che mai ed è difficile non affezionarsi nel corso della storia.

Il sonoro è lo stesso, con qualche chicca. Il joypad ora può riprodurre alcuni suoni, come l'attivazione della torcia o l'audio dei registratori che si trovano esplorando. Inoltre c'è un'interessante sezione per configurare al meglio la resa in base al proprio impianto audio.

Sull'intelligenza artificiale, non possiamo che concordare con le recensioni della stampa specialistica: rimane imbarazzante. I nostri compagni si trovano sempre in mezzo ai piedi e, mentre si striscia ventre a terra per non farsi notare, loro saltellano allegramente davanti ai nemici. Fortunatamente ignorati da questi ultimi.

La giocabilità è sempre la stessa, è quindi perfetta ed equilibrata. The Last of Us si può giocare, soprattutto ai livelli più facili, in versione Rambo. Ovvero, sparando a tutto quello che si muove. In alternativa si può optare per la furtività, strisciando in continuazione per evitare il maggior numero possibile di scontri o per sconfiggere i nemici con attacchi a sorpresa.

Con l'aumentare della difficoltà l'azione stealth diventa obbligatoria, poiché scarseggiano armi e munizioni.

Verdetto

Il voto è altissimo e consigliamo l'acquisto a occhi chiusi a chi non ha mai giocato la versione PS3. Chi l'ha giocata, ma non ha provato tutti i livelli di difficoltà, troverà comunque pane per i suoi denti e, se già non l'aveva, ulteriori elementi di storia nel DLC.

Il gioco principale, alla difficoltà normale si termina in una quindicina d'ore esplorando ogni anfratto, qualcosa di più se vi soffermate ad ammirare le ambientazioni, che sicuramente meritano. Il DLC Left Behind, che approfondisce le vicende di Elly, dura un paio d'ore o poco più.

Voto: 9,5

Nota ai deboli di cuore: il gioco è veramente ultra violento, con parecchie scene raccapriccianti e situazioni angoscianti in agguato.

Per gli amanti di "The Walking Dead"

Una critica sull'ambientazione, che come anticipato è veramente un clone spudorato di The Walking Dead. Chi ha letto la serie a fumetti troverà similitudini inquietanti. La principale è che, anche in The Last of Us ci si rende presto conto che, nonostante il mondo sia invaso da zombie, i veri mostri sono gli esseri umani. E anche qui fanno le stesse, orribili cose che non riveliamo per non fare spoiler indesiderati.

PRODOTTI IN QUESTO ARTICOLO
The Last of Us Remastered
Tastiere da gioco
Razer Blackwidow Ultimate 2014 Razer Blackwidow Ultimate 2014
Gigabyte Osium Anti-Ghosting Gigabyte Osium Anti-Ghosting
LOGITECH PC Gaming Keyboard G510 LOGITECH PC Gaming Keyboard G510