Giochi PC

XIII Remake è un disastro, Microids chiede scusa ai videogiocatori

Come sicuramente avrete notato, nel corso di questi ultimi anni abbiamo visto il sopraggiungere di una nuova tendenza all’interno dell’industria, ovvero il tentare di riportare in auge opere del passato attraverso la realizzazione di remake pensati come possibili nuovi punti di partenza, capaci di riavvicinare i fan storici di suddette IP ma al contempo in grado di catturare l’interesse di nuovo pubblico. Esempi di questo tipo ne abbiamo dopotutto visti davvero tanti ultimamente e, se si pensa al remake di Demon’s Souls, risulta facile pensare che anche su PlayStation 5 e Xbox Series X/S la situazione sarà praticamente identica.

Tra le tante opere che hanno potuto godere di un palpabile svecchiamento figura anche XIII, peculiare produzione sparatutto originariamente uscita nel 2003 divenuta un piccolo cult agli occhi di molti utenti. A quanto pare, però, questo nuovo remake si è velocemente rivelato ben al di sotto delle aspettative, il tutto a causa di una lunghissima serie di problematiche che ne hanno pesantemente minato la qualità generale.

XIII

Andando più nel dettaglio, si parla d’innumerevoli bug – alcuni anche in grado di bloccare la progressione -, armi che non sparano o che non possono essere ricaricate, situazioni dove il sonoro viene totalmente meno, performance ingiustificatamente pessime e molto altro ancora. Andando più nel dettaglio, i problemi sembrerebbero essere legati specificatamente alla versione PC di XIII – su Steam il titolo ha un buon 90% delle recensioni negative -, seppur anche sulle controparti console siano state riscontrate diverse difficoltà, una situazione che ha infine portato il publisher Microids e lo sviluppatore Playmagic a scusarsi pubblicamente con i videogiocatori.

In particolare, il publisher francese ha spiegato che svariate difficoltà e ritardi nello sviluppo di XIII hanno reso impossibile pubblicare in tempo le patch che sarebbero state necessarie per poter risolvere le varie lacune riscontrate in fase di programmazione. Comunque sia, il team di sviluppo ci ha tenuto a precisare di essersi messa già al lavoro per risolvere tutte le problematiche riscontrate. I primi aggiornamenti andranno a porre rimedio ai bug più grandi, con future patch aggiuntive che andranno poi a tappare i buchi secondari. Noi, dal canto nostro, non possiamo far altro che sperare in un lavoro di pulizia e rifinitura che possa essere il quanto più veloce possibile.

Se non vedete l’ora di potervi lanciare nel cuore della Next-Gen, vi consigliamo di tenere d’occhio Amazon dove le nuove console vengono rimesse in vendita a più riprese.