Trasporti

Zoox, la startup di Amazon svela un veicolo elettrico a guida autonoma

La società di Jeff Bezos continua la sua corsa agli investimenti in ambito di sostenibilità ambientale e tutela dell’ambiente, ma non mancano le strategie mirate allo sviluppo di tecnologie legate all’automotive. Non a caso, in seguito alla fondazione del progetto del Climate Pledge sono infatti sempre più numerosi i progetti destinati ai veicoli elettrici, e non solo.

Non solo Rivian

Il colosso dell’e-commerce lo scorso giugno ha ufficializzato l’acquisto della startup americana Zoox. Non si tratta del primo investimento che la società di Jeff Bezos effettua nel mondo della guida autonoma, infatti nel 2019 ha investito 530 milioni di dollari in Aurora. In seguito all’acquisizione, da parte di Amazon, della startup dedita alla creazione di veicoli autonomi, arriva la prima mossa che potrebbe aiutare il grande colosso dell’e-commerce a diversificare i propri interessi nel mondo delle tecnologie relative all’automotive. Risulta dunque chiaro che il prossimo obiettivo della società di Seattle sia quello di rivoluzionare trasporti e sistemi di consegna entrando in una nuova era, e pertanto ottimizzando i servizi offerti con i furgoni elettrici realizzati da Rivian.

Un veicolo completamente autonomo, completamente elettrico, costruito per chi viaggia e non per chi guida. La sicurezza è alla base di tutto ciò che facciamo. Costruire un veicolo da zero ci ha dato l’opportunità di ripensare la sicurezza dei passeggeri, passando da misure reattive a misure proattive – ha spiegato Jesse Levinson, co-fondatore di Zoox.

Innovazione e guida autonoma

Dopo sei anni circa dallo sviluppo dei primi concept, la società americana Zoox ha svelato il suo robo-taxi ideato per il trasporto delle persone. La progettazione e realizzazione del veicolo ha portato all’implementazione del livello 5 di guida autonoma, che lo rende dunque sprovvisto di sterzo e pedali. Il veicolo è dotato di due motori elettrici, uno per asse, alimentati da un pacco batteria da 133 kWh in grado di garantire 16 ore di autonomia, che consentono al mezzo di raggiungere una velocità massima di 120 km/h.

A bordo quattro posti disposti su due divani differenti collocati uno di fronte all’altro. Non manca la tecnologia messa a disposizione dei passeggeri, difatti, ciascuno di essi avrà a disposizione una postazione di ricarica wireless dedicata allo smartphone ed un display da cui si potrà controllare il tragitto, la temperatura o attivare personalizzazioni. Oltre al sistema interno di illuminazione a led, non passano inosservate le vetrate che contribuiscono ad una maggiore luminosità degli ambienti interni.

Tuttavia, a caratterizzare il veicolo è l’inedita tecnologia che gli permette di invertire la marcia senza dover far manovra e, congiuntamente alle dimensioni decisamente compatte e alle quattro ruote sterzanti gli consentirà inevitabilmente di poter proseguire anche nelle strade delle grandi metropoli. Trattandosi di un robo-taxi a guida completamente autonoma non mancano le tecnologie hardware necessarie e fondamentali per garantire un adeguato livello di sicurezza. L’implementazione di vari sensori radar e telecamere fornisce infatti un campo visivo di ben 270 gradi, consentendo dunque di vedere oggetti fino ad una distanza di 150 metri.

Ad oggi non vi è un piano di utilizzo del nuovo veicolo, anche se non possiamo escludere che in futuro possa essere impiegato per le consegne di Amazon o negli stessi campus o aziende del colosso di Seattle. Non a caso, Zoox sta portando avanti i test in città come Las Vegas, San Francisco e Foster City.