Schede Grafiche

Asus svela la RTX 3050 Ti: Ray Tracing per tutti?

Vi abbiamo più volte raccontato degli effetti del Ray Tracing sia sui videogiochi che in plurimi ambiti di lavoro. I costi per accedere a questa tecnologia, complice la penuria di semiconduttori, erano piuttosto elevati: ve ne abbiamo parlato nel nostro “indice di miseria” delle GPU. Quindi come godere delle aggiunte del ray tracing senza spendere un patrimonio?

Asus sembra poter rispondere a questa domanda, almeno stando ai rumor. Come riportato dal leaker momomo_us, questa nuova scheda grafica – che, lo ricordiamo, Nvidia deve ancora confermare – dovrebbe essere disponibile in una configurazione più economica del laptop gaming TUF Dash 15. All’inizio dell’anno la SKU era stata segnalata con la dicitura “NVIDIA GeForce GN20-P0”. L’azienda di Taiwan aveva poi confermato che la configurazione che avrebbe presentato questa GPU non sarebbe stata disponibile in Occidente.

Asus GeForce 3050 Ti leak

Ora, però, le specifiche tecniche riportano espressamente la dicitura “GeForce RTX 3050 Ti“. Ciò che scatena maggiormente la nostra curiosità sono proprio le implicazioni di tale denominazione: il marchio “RTX” lascerebbe presuporre che la scheda grafica sia dotata di supporto per il Ray Tracing. Eppure, finora, Nvidia non ha mai proposto questa tecnologia sulle SKU della serie xx50.  Nel caso delle GPU Turing, Nvidia indicò nella GeForce RTX 2060 la scheda entry-level per il Ray Tracing. Ma, se il data sheet di Asus fosse confermato, l’azienda di Santa Clara avrebbe scelto di proporre questa tecnologia su tutta la gamma di prodotti Ampere.

Ma non affrettatevi a festeggiare, soprattutto se siete amanti dell’assemblaggio. Come sappiamo il modello che precederebbe questa ipotetica scheda, la GeForce GTX 1050 Ti, non ha mai avuto una continuazione. Per ragioni sconosciute, la GeForce GTX 1650 Ti era disponibile solo nella versione mobile. Asus ha presentato la dicitura GeForce RTX 3050 Ti proprio per uno dei suoi portatili da gioco: è possibile che la GPU sia destinata solo al segmento laptop e non arrivi sul mercato desktop.

Asus avrebbe svelato anche la memoria della scheda, pari a 4GB GDDR6. Per gli standard odierni, 4GB potrebbero avere problemi a supportare il Ray Tracing su alcuni dei titoli tripla A più esigenti. Facciamo un passo indietro. Storicamente le GPU Nvidia serie xx50 sono realizzate con il silicio xx7. Per esempio, la GeForce GTX 1050 Ti e la GTX 1650 Ti utilizzavano, rispettivamente, le matrici GP107 (Pascal) e TU117 (Turing). Pertanto, avrebbe senso che la GeForce RTX 3050 Ti fosse basata sul die GA107 delle schede Ampere. Anche se il silicio è ugualmente prodotto dalle linee a 8nm di Samsung, esso è più piccolo degli altri die Ampere che abbiamo visto finora.

Perciò, se la GeForce RTX 3060 dispone di 3.584 core CUDA e la GeForce RTX 3050, stando ai rumor, sarebbe equipaggiata con 2.304 core CUDA, la GeForce RTX 3050 Ti essendo parte della stessa famiglia potrebbe essere dotata di 3.072 core CUDA. In questo caso, la scheda grafica avrebbe probabilmente 96 core Tensor e 24 core di ray tracing (RT). Se i 4GB di memoria GDDR6 fossero sufficienti, la GeForce RTX 3050 Ti dovrebbe impiegare un’interfaccia di memoria a 128-bit. Supponendo che la memoria sia clockata a 14 Gbps, la larghezza della banda di memoria richiesta dovrebbe spingersi fino a 224 GBps.

Un’architettura simile per questa GPU giustificherebbe l’inclusione del Ray Tracing? La risposta non è certa. Ma sappiamo che, quando si attiva il Ray Tracing, molti videogiochi sembrano richiedere una maggiore capacità di memoria. Tuttavia c’è un altro aspetto da considerare: il marchio RTX di Nvidia non si limita alla sola tecnologia del Ray Tracing, ma include anche il supporto al DLSS. Crediamo che, per una soluzione entry-level, l’implementazione di questa tecnoliga potrebbe essere più efficace del ray tracing. Inoltre sarebbe comunque possibile sperimentare il ray tracing e vedere se “regge”.

Considerando anche il supporto di AIDA64 a una presunta GeForce RTX 3050, non ci sorprenderebbe se Nvidia fosse sul punto di annunciare l’uscita della serie xx50.

Vuoi scoprire i prodotti della gamma TUF Gaming, in attesa del nuovo Tuf Dash 15? Li trovi tutti su Amazon.