Tom's Hardware Italia Tom's Hardware
Schede Grafiche

Ci gira Crysis? 10 anni di schede video a confronto

Pagina 1: Ci gira Crysis? 10 anni di schede video a confronto

"Ci gira Crysis?" è una domanda che nel mondo del gaming su PC ricorre da 10 anni, specie quando debuttano nuove schede video. Il titolo di Crytek ha lasciato il segno in tutti i "PCisti", che oggi (10 anni fa), iniziavano a scervellarsi per far girare bene un gioco bellissimo, ma probabilmente non del tutto ottimizzato.

All'epoca schede come la Radeon HD 3870 e la GeForce 8800 GTX andavano in affanno anche a risoluzioni come 1680×1050. Le schede più veloci all'epoca erano troppo lente per gestire il gioco a impostazioni di dettaglio massime anche a risoluzioni non esaltanti.

Le GPU successive hanno continuato a faticare nel garantire frame rate giocabili e ci sono voluti anni prima di avere prestazioni accettabili. Tom's Hardware ha smesso di usare Crysis per i test nel 2010, quando la GeForce GTX 480 arrivava sul mercato per sfidare la Radeon HD 5870, e nessuna singola scheda video riusciva a produrre più di 30 FPS a 2560×1600 con questo gioco. Perché parlare di Crysis a dieci anni di distanza? Perché pur a 10 anni di distanza, ancora oggi se giocato con dettagli al massimo – Very High – è un gioco davvero piacevole. Vedere per credere.

crysis

Low/Medium

Selezionare l'impostazione di dettaglio Low distrugge la qualità delle texture, disattiva il disegno procedurale della vegetazione, elimina le ombre, impatta sulla qualità del motore fisico, applica nuvole statiche, incide sulla qualità dell'acque, disabilita la profondità di campo e riduce altri elementi. No, non è il modo in cui vogliamo giocare a Crysis. Come potete vedere, passare da Low a Medium cambia tutto.

Medium/High

Forse la differenza maggiore tra Medium ad High l'abbiamo per l'assenza nel primo caso del motion blur. L'effetto è evidente nell'immagine che abbiamo catturato. L'immagine a qualità media perde anche l'illuminazione HDR, creando un'immagine più luminosa e meno autentica. L'uso della memoria sale in modo marcato passando da Medium ad High, come non avviene con altre transizioni.

High/Very High

L'impostazione Very High ha un effetto minore sulla qualità rispetto ai salti da Low a Medium o da Medium ad High. Un confronto fianco a fianco svela però chiare differenze nell'illuminazione della scena, nelle ombre, nel rendering dell'acqua, nella densità della vegetazione e nella qualità delle texture.

DX9/DX10

E che dire della differenza tra DirectX 9 e DirectX 10? Probabilmente non riuscireste a distinguere una modalità dall'altra senza guardare le impostazioni di gioco. La differenza prestazionale che una volta esisteva tra le modalità è meno importante dopo le patch rilasciate da Crytek nei mesi successivi al debutto. Tutti i test svolti sono stati fatti usando le DirectX 10 in un ambiente a 64 bit.

Come abbiamo provato Crysis

Per celebrare i 10 anni di Crysis abbiamo preso le schede top di gamma di AMD e Nvidia degli ultimi 10 anni per vedere come se la cavano con questo gioco affamato di prestazioni. Nell'angolo rosso abbiamo:

  • Radeon HD 3870
  • Radeon HD 4870
  • Radeon HD 5870
  • Radeon HD 6970
  • Radeon HD 7970
  • Radeon R9 290X
  • Radeon R9 Fury X
  • Radeon RX 580
  • Radeon RX Vega 64

Nell'angolo verde invece troviamo:

  • GeForce 8800 GTX
  • GeForce 9800 GTX
  • GeForce GTX 280
  • GeForce GTX 480
  • GeForce GTX 580
  • GeForce GTX 680
  • GeForce GTX 780 Ti
  • GeForce GTX 980 Ti
  • GeForce GTX 1080 Ti

Anche se sarebbe stato bello accoppiare ogni GPU a una piattaforma dell'epoca corretta, il lavoro richiesto sarebbe stato troppo complesso e avrebbe aggiunto diverse variabili ai test. Perciò tutte le schede sono state provate su piattaforma MSI Z270 Gaming Pro Carbon con CPU Core i7-7700K, kit di memoria G.Skill F4-3200C14Q-32GTZ, SSD Crucial MX200, raffreddamento Corsair H110i e alimentatore be quiet! Dark Power Pro 10 850W.

I test sono stati svolti su Windows 10 con tutti gli aggiornamenti e le patch installate. Proprio il sistema operativo si è dimostrato un problema perché diverse schede video non ricevono driver da oltre quattro anni. Abbiamo risolto questo ostacolo usando un po' di creatività, permettendo alla maggior parte delle schede AMD e Nvidia di lavorare con driver più recenti.

Abbiamo forzato le vecchie schede di AMD ad accettare i driver più recenti. Per esempio, i Catalyst 13.4 possono essere installati tramite Device Manager, mentre l'installer non vi consente di superare un determinato punto. Il supporto di Nvidia ai vecchi prodotti è decisamente migliore. I GeForce 342.01 aggiungono il supporto ufficiale Windows 10 alle schede video Tesla, ma anche alle nostre GeForce 8800 GTX, 9800 GTX e GTX 280.

Ci sarebbe piaciuto usare il vecchio Crysis Benchmarking Tool per velocizzare i test, ma il desiderio di testare a 1920×1080, 2560×1440 e 3840×2160 ci ha costretto ad agire sul file benchmark_gpu.cfg e avvalerci del contatore integrato. Perché abbiamo scelto quel test, quando altre timedemo portano a risultati molto diversi? Anche con una GTX 1080 Ti installata, il test CPU più pesante ci ha restituito frame rate a volte a singola cifra, evidenziando l'impossibilità di isolare le prestazioni grafiche. I fly-by, ossia gli scenari a volo d'uccello, raramente sono test rappresentativi. Il benchmark Island dedicato alla GPU era usato comunemente ai tempi di Crysis, quindi abbiamo deciso di usarlo per questo confronto.