CPU

NVIDIA, il Regno Unito potrebbe bloccare l’acquisizione di ARM?

Quando NVIDIA ha annunciato i suoi piani per acquisire il designer britannico di semiconduttori ARM Ltd., l’accordo ha suscitato una certa preoccupazione presso diversi enti regolatori di tutto il mondo. Secondo un articolo pubblicato da Bloomberg, sembra che l’operazione potrebbe essere potenzialmente bloccata dal governo britannico.

Nvidia ARM deal

Nell’ottobre del 2020, NVIDIA aveva comunicato di aver stretto un accordo con Softbank per l’acquisizione del principale fornitore del Regno Unito di progetti di semiconduttori, ARM Ltd., per l’incredibile importo di 40 miliardi di dollari. Si prevede che Softbank rimarrà azionista di ARM per un totale di meno del 10% della società che NVIDIA sta cercando di acquisire. Tuttavia, l’importanza dell’accordo ha attirato l’attenzione di molti enti regolatori di tutto il mondo. Forse la più grande potenziale minaccia risiede nello sforzo, da parte del governo del Regno Unito, di cercare eventuali problemi di sicurezza nazionale che potrebbero verificarsi.

In precedenza, vi abbiamo riferito che la Commissione europea potrebbe rallentare l’operazione, poiché NVIDIA dovrà presentare tutti i documenti entro settembre di quest’anno. Nel migliore dei casi, i documenti verranno elaborati in sei mesi, il che significa che l’accordo potrebbe ottenere l’approvazione entro marzo 2022. Secondo l’ultimo rapporto, il governo britannico ha condotto un’indagine sull’accordo e ha espresso la sua valutazione a fine luglio, solo pochi giorni fa. Nel documenti, il governo conferma la presenza di problemi di sicurezza nazionale che potrebbero impedire l’approvazione dell’operazione.

NVIDIA GeForce RTX 3060 Mobile Benchmark

Poiché l’indagine è ancora in corso, nessuno ha preso una decisione definitiva e NVIDIA sta lavorando costantemente con le autorità di regolamentazione per risolvere eventuali dubbi che potrebbero sorgere.

Un portavoce di NVIDIA ha affermato:

Continuiamo a lavorare con il governo del Regno Unito per seguire il processo normativo. Attendiamo con impazienza le loro domande e ci aspettiamo di risolvere eventuali problemi che potrebbero avere.

Poiché la compagnia californiana ritiene che l’accordo dovrebbe andare a buon fine senza problemi e visto che la società è pronta a lavorare con il governo, ciò dovrebbe fornire una certa sicurezza agli investitori che sperano di vedere NVIDIA finalizzare la fusione.

Se state cercando una buona scheda madre per la vostra nuova configurazione basta su processori AMD Ryzen, su Amazon trovate la Gigabyte X570 AORUS ELITE ad un prezzo interessante.