Computer Portatili

Surface Laptop Studio, tutta la tecnologia che si nasconde dietro l’ultimo laptop 2-in-1

Surface Laptop Studio, presentato ieri da Microsoft al suo evento dedicato al mondo Surface, è tra i modelli che oggi fa più notizia: un design creativo unisce il meglio di Surface Pro con Surface Laptop, realizzando un dispositivo innovativo e potente. Il suo annuncio è stato, senza dubbio, uno dei più interessanti dell’evento di ieri 22 settembre.

L’ultimo video di Microsoft Mechanics di sei minuti fornisce alcuni dettagli estremamente interessanti su Surface Laptop Studio, poiché ad alcuni di essi non è stata data risposta prima d’ora.

Come riferisce Windows Central, laptop Studio utilizza due ventole con gli heat pipe che attraversano la CPU – processori Intel Core H di 11a generazione – e la GPU – Nvidia GeForce RTX 3050 Ti o RTX A2000 – per massimizzare e condividere il raffreddamento. Anche l’airflow è stato migliorato rispetto ad altri dispositivi Surface, per consentire una migliore dissipazione del calore. La CPU Intel può arrivare fino a 64 watt di potenza quando necessario.

Nel video si afferma che è possibile rimuovere il pannello inferiore di Surface Laptop Studio per accedere all’SSD, anche se Microsoft dice che solo i tecnici autorizzati dovrebbero farlo (ma sapremo che non sarà così).

Un’altra informazione utile è che il display ha picchi di luminosità di 500 nit, e scende fino a 2 nit, il che è molto buono: la maggior parte dei laptop si ferma intorno ai 400 nit. La fotocamera full HD, inoltre, utilizza l’intelligenza artificiale per il rilevamento dei volti e ha un sensore più grande che garantisce un’illuminazione e una messa a fuoco più coerenti rispetto alle normali webcam. I quattro altoparlanti audio, nascosti, utilizzano l’equalizzazione adattiva per un suono “più pieno e più ricco” che si regola automaticamente all’aumentare del volume.

I processori Intel Core i5-11300H e Core i7-11370H, riporta Microsoft, sono unici in quanto possono avere un TDP configurato di 28 o 35 watt medi (da 3,0 a 3,3 GHz nel modello i7), ma possono assorbire più energia quando necessario, motivo per cui si può arrivare a 4,8 GHz per brevi periodi.

Anche se non sorprende, l’SSD rimovibile è una caratteristica apprezzabile e quasi una tradizione per l’azienda, poiché Microsoft lo ha inserito in tutte le sue recenti versioni di Surface, inclusi Surface Pro X, Surface Pro 7+ e Surface Laptop 4. Mentre Microsoft vuole che lo facciano solo i tecnici autorizzati, chiunque con gli strumenti giusti potrebbe aggiornare il componente senza molto lavoro.

Ci sono molte altre curiosità nel video – che vale la pena guardare – inclusa una parte interessante che spiega come funziona la cerniera che consente di modificare la posizione dello schermo senza rovinare i cavi interni. Nel frattempo, Scott Hanselman di Microsoft ha pubblicato una foto del Surface Laptop Studio paragonato al suo Surface Book da 15 pollici. Si può vedere quanto sia compatto il Laptop Studio con il suo nuovo design rispetto al vecchio Surface Book.