Android

HarmonyOS è sempre più realtà: in arrivo più di 100 prodotti

Huawei ha tenuto da poco ore la sua annuale conferenza dedicata agli sviluppatori, mai come quest’anno di fondamentale importanza, viste le note vicende che si sono susseguite nel corso degli ultimi mesi attorno all’azienda cinese a causa del ben imposto da Trump. Inutile dire che l’evento è stato incentrato sullo sviluppo del proprio sistema operativo, Harmony OS 2.0 e più nello specifico della beta per gli sviluppatori di app mobile. Per chi ancora non ne fosse venuto a conoscenza, HarmonyOS è il sistema operativo sviluppato da Huawei, nato con l’obiettivo di sopperire alla mancanza dei Google Mobile Services all’interno dei suoi dispositivi e di creare piattaforme sempre più interconnesse tra loro. Ciò include l’integrazione tra smartphone e prodotti intelligenti per la casa ed altri dispositivi legati all’IoT (Internet of Things).

HarmonyOS

Huawei ha tenuto a ribadire come sia aumentato vertiginosamente il numero di sviluppatori che hanno deciso di lavorare per la sua piattaforma così come si siano ampiamente rafforzati i legami con diversi partner. Ciò consentirà di vedere ben presto sul mercato nuovi prodotti equipaggiati con il suo sistema operativo.

Il vicepresidente del dipartimento consumer business di Huawei, Yang Haisong, ha dichiarato che: “dal rilascio della versione Beta per sviluppatori di HarmonyOS 2.0, avvenuto circa due settimane fa, sempre più sviluppatori hanno deciso di entrare a far parte dell’ ecosistema legato ad HarmonyOS”. Ha poi auspicato, entro breve tempo, di poter lavorare anche con nuovi sviluppatori e partner in modo da rafforzare la crescita e la diffusione della propria soluzione software in campo mobile e non solo. A dar maggior forza alle dichiarazioni di Haisong ci avrebbe pensato il portale C114 News che ha riferito come Huawei guardi al 2021 come l’anno della consacrazione. L’azienda avrebbe infatti in programma di spedire oltre 100 milioni di dispositivi con HarmonyOS a bordo, realizzati grazie alle partnership instaurate con ben 40 marchi partner e con l’auspicio che possano raddoppiare in breve tempo.

HarmonyOS

Sono stati oltre 1.800 i gruppi di sviluppatori che hanno deciso di registrarsi al programma sviluppato da Huawei per creare applicazioni compatibili con gli HMS (Huawei Mobile Services). Infine sarebbe emerso un dato molto interessante, sembra infatti che, almeno allo stato attuale,  HarmonyOS sia basi ancora su Android, nonostante Huawei non ne faccia mai esplicitamente riferimento.

test Android vs HMS

L’informazione è stata estrapolata grazie ad uno sviluppatore che attraverso la creazione di un app, denominata “Hello World” e resa compatibile solo con una vecchia versione di Android, non più supportata, il messaggio d’errore comparso su un device basato su Android e sull’altro dotato di ROM HarmonyOS è risultato esattamente lo stesso.

Il Huawei P40 Pro, equipaggiato con gli HMS, è in offerta su Amazon, con uno sconto del 36%, lo trovate cliccando qui.