Android

Huawei P Smart Z 2020: fotocamera rotante come ASUS ZenFone 6?

Huawei P Smart Z 2020 potrebbe arrivare con una fotocamera posteriore rotante. Parliamo dello stesso meccanismo visto a bordo di ASUS ZenFone 6, dove scompare la fotocamera frontale in favore di un sistema posteriore rotante che permette di utilizzare la fotocamera principale anche per scattare i selfie. In questo modo, i produttori eliminano ogni soluzione – come notch e fori sul display – per il sensore frontale. Huawei potrebbe aver scelto la stessa strategia per il suo prossimo smartphone di fascia media.

Secondo quanto riportato da LetsGoDigital, il produttore cinese ha depositato lo scorso giugno due brevetti presso l’EUIPO (l’Ufficio per la proprietà intellettuale dell’UE). Il brevetto ora è presente anche nel database WIPO (World Intellectual Property Office). Il primo brevetto mostra uno smartphone dotato di un sistema di doppia fotocamera posteriore. Uno dei sensori appare implementato in un meccanismo in grado di aprirsi e far girare la fotocamera in posizione frontale, diventando così adatta per gli autoscatti.

Credit – LetsGoDigital

La fotocamera in questione è posta sulla parte destra (se vista frontalmente). Sul posteriore, poi, trova posto un secondo sensore insieme al flash LED e quello che appare come un sensore biometrico. In realtà, la posizione non proprio comoda lascia presuppore che possa trattarsi di altro. La scocca comunque appare caratterizzata da una doppia finitura.

Il secondo brevetto, invece, mostra un meccanismo identico a quello utilizzato da ASUS per ZenFone 6 (di cui potete leggere la nostra recensione qui). A differenza del primo modello, qui entrambe le fotocamere sono posizionate all’interno del modulo rotante. In questo caso, la scocca non presenta differenze cromatiche così come non è visibile nessun sensore biometrico per le impronte digitali.

Prototipo di smartphone con sensore biometrico sotto display IPS LCD

È ipotizzabile, dunque, l’implementazione al di sotto del display che non è detto che debba essere realizzato con tecnologia OLED. Nonostante le difficoltà nell’integrare il sensore biometrico sotto gli schermi IPS LCD, infatti, è stata proprio Huawei a mostrare un primo prototipo con queste caratteristiche durante  la Developer Conference, ad agosto. La nuova tecnologia quindi potrebbe debuttare sul futuro P Smart Z 2020.

Tuttavia, considerando che il primo smartphone Huawei a poter contare su una fotocamera a scorrimento è stato il P Smart Z 2019, è lecito pensare che la fotocamera rotante possa debuttare sul suo successore.

Huawei P Smart Z con fotocamera frontale popup è disponibile a meno di 200 euro su Amazon. Lo trovate a questo link.