Tom's Hardware Italia
Giochi PC

GameStop: 200 negozi in chiusura entro la fine dell’anno, ma è solo l’inizio

Gamestop naviga in cattive acque da tempo e ora annuncia la chiusura di 200 negozi a livello internazionale. Ecco tutti i dettagli sulla questione.

Come ben sappiamo, GameStop non sta vivendo un periodo positivo. La compagnia ha segnalato una perdita netta di 415 milioni di dollari nel secondo quarto dell’anno fiscale e ha dato il via a un piano di “ripristino” che ha incluso il licenziamento di cinquanta dipendenti a inizio agosto, seguiti da altri 120 licenziamenti, compresi sette membri dello staff di Game Informer. Oltre a una serie di piani per realizzare negozi dedicati specificatamente al retro-gaming e all’esport, GameStop ha annunciato che verranno chiusi tra i 180 e i 200 negozi, le cui entrate sono sotto le aspettative, entro la fine dell’anno.

Il CFO James Bell ha lodato i 5700 negozi disponibili in tutto il mondo, affermando che il 95% di questi generavano profitti, ma in ogni caso oltre ai 180-200 già detti, ci saranno altre chiusure entro i prossimi due anni. Bell ha inoltre affermato che la compagnia sta cercando soluzioni alternative per i segmenti commerciali meno profittevoli, sopratutto a livello internazionale, ma non ha dato spiegazioni approfondite in merito.

Gamestop

Nonostante questi provvedimenti, pare improbabile che GameStop possa tornare a sorridere sul breve periodo. Come segnalato dallo stesso Bell, la società si aspetta almeno tre o quattro quarti in calo, a causa della fine del ciclo delle attuali console. Vista la vicinanza dell’arrivo delle nuove console, le uscite di nuovi giochi e l’acquisto di nuovo hardware saranno in calo rispetto al 2019. Anche la fine del 2019 non raggiungerà il livello degli ultimi mesi del 2018, sopratutto visto che in tale periodo era stato rilasciato Red Dead Redemption 2, il titolo più venduto da GameStop nel 2018.

GameStop prosegue con il proprio piano a lungo termine, quindi, probabilmente ponendo grandi speranze sopratutto nella nuova generazione: storicamente, le vendite hardware di GameStop sono sempre state positive, quindi PS5 e Xbox Scarlett potrebbero aiutare la società a risollevarsi.

Se volete aiutare GameStop, potete preordinare Death Stranding a questo indirizzo.