Podcast

PoDvision Puntata #4 | Tim Schafer, un genio videoludico

Prosegue il percorso di PoDvision, un podcast interamente dedicato ai videogiochi, in cui cercheremo di evitare il più possibile il tema del “dibattito”, ormai una vera e propria costante nei podcast italiani. Ciò che vogliamo fare, infatti, non è polemizzare, ma semplicemente chiacchierare di una nostra esperienza, di un gioco in particolare o una saga che abbiamo amato.

In questa puntata interverrà un autore molto prolifico su GameDivision, autore di alcuni pezzi di approfondimento di grandissimo apprezzamento di pubblico: Michele Pintaudi. Con Michele si ripercorreranno le vicende e gli aspetti più interessanti della carriera di uno dei Maestri del videogioco, ossia Tim Schafer. La puntata toccherà, velocemente ma con buon approfondimento, sia gli inizi del lavoro di Schafer che le ultime opere, indubbiamente più sperimentali ed autoriali.

Piccola bio tratta da Wikipedia per introdurre l’approfondimento della puntata: si laurea in scienze informatiche all’università di Berkeley ed entra alla Lucas Arts (allora chiamata “Lucasfilm Games”), dove inizialmente si limita a svolgere incarichi di testing. Nel 1988, insieme a Dave Grossman, comincia a collaborare alla scrittura dei testi di The Secret of Monkey Island, di Ron Gilbert. Tim Schafer collabora anche al seguito, che uscirà nel 1991. Insieme all’amico Dave Grossman, dirige la realizzazione di un seguito dello storico Maniac Mansion: Day of the Tentacle. Nel 1995 scrive da solo Full Throttle, trasformando il gameplay classico con unione di stile con giochi d’azione e film interattivi. In seguito tra gli altri prodotti di Schafer si menzionano Psychonauts, Brutal Legend e Broken Age.

Sul finale, come sempre, la nostra rassegna stampa a tema videogiochi, con la lettura e discussione di tre notizie particolarmente interessanti e di cui vi forniamo il link anche qui in calce all’articolo:

La vittoria dell’Italia nel mondiale di Starcraft

A Painters’ Tale Curon

Le IA nel videogioco

Ricordo a tutti i nostri lettori (ed ascoltatori) che PoDvision è disponibile su tutte le maggiori piattaforme di podcasting, tra cui anche: SpotifySpreaker e Apple Podcast