Xbox

Xbox Series X: le esclusive usciranno anche su Xbox One, Phil Spencer spiega perché

Sicuramente la mossa fatta durante lo scorso dicembre da parte di Microsoft è stata a dir poco sbalorditiva. L’annuncio di Xbox Series X durante i The Game Awards è stato un evento che sicuramente ha saputo scuotere l’intera industria videoludica. Questa mossa ha dato un “giusto” vantaggio a Microsoft che ha deciso di fare il primo passo e mostrare in tutta la sua bellezza la futura console della casa verde. Tuttavia nelle settimane seguente all’annuncio sono arrivate anche altre notizie che hanno fatto storcere il naso di certi fan.

Come già annunciato qualche settimana fa, durante i primi 2 anni di Xbox Series X i giochi First Party Xbox usciranno sia sulla nuova che sulla vecchia generazione. Ovviamente questo annuncio ha fatto grattare la testa a qualche ammiratore del marchio Xbox. Per calmare un po’ gli animi (ma anche per fare più chiarezza) il già noto Phil Spencer ha deciso di dire la sua in merito a questa situazione molto particolare.

Stando alle parole di Spencer, l’idea dietro questa iniziativa sarebbe quella di “unire” il più possibile i videogiocatori a prescindere il sistema videoludico utilizzato. Esattamente come su PC, Spencer ed il team di Microsoft vogliono creare un ecosistema di gioco unico, in grado offrire ai player la libertà di scelta. Con questo Spencer non vuole affermare che le esclusive Xbox continueranno a uscire all’infinito su ambo i sistemi. Ovviamente il focus di Microsoft rimarrà la nuova Xbox Series X.

“Ovviamente la nostra strategia andrà a puntare su Xbox Series X. Abbiamo voluto creare uno dei sistemi videoludici più potenti di sempre ed la nuova console sarà proprio quello! Tuttavia non vogliamo nemmeno tagliare le gambe ai giocatori che ancora non vogliono fare il salto generazionale. Vogliamo avere un ampio numero di utenti in grado di sfruttare le opere messe a disposizione dai nostri studi interni. Oggi come oggi i giocatori vogliono soltanto divertirsi con i propri amici (o da soli) a prescindere dal sistema utilizzato. Sicuramente non starà a noi prendere le decisioni per i vari studi third party, tuttavia vogliamo precisare che il mondo videoludico è cambiato rispetto al passato ed i giocatori desiderano avere libertà di scelta (oltre che varietà)!”

Effettivamente il discorso del buon Phil non fa una piega. Voi invece cosa ne pensate di queste dichiarazioni? Siete d’accordo con la scelta di Microsoft per quanto riguarda i primi anni di Xbox Series X, o avreste preferito una manovra ben diversa? Fatecelo sapere, come sempre, attraverso la sezione dei commenti del sito!

Se la futura Xbox Series X non fa al caso vostro ma volete comunque sfruttare le esclusive Microsoft, vi invitiamo a dare un’occhiata al seguente link!